I migliori 10 film del 2013 secondo bigdrugo.

Ecco una personalissima lista dei 10 film visti al cinema che ho preferito in questo 2013 che sta per concludersi. ATTENZIONE: PREMESSA DOVEROSA Quella che seguirà è una lista...

Ecco una personalissima lista dei 10 film visti al cinema che ho preferito in questo 2013 che sta per concludersi.

ATTENZIONE: PREMESSA DOVEROSA
Quella che seguirà è una lista dei dieci film che ritengo i più belli dell’anno. Quattro di questi non sono ancora usciti sul mercato italiano e forse qualcuno neanche lo vedrete; quindi per poter permettere a tutti di “rilanciare” sulla lista, alla fine indicherò quei quattro titoli che sarebbero entrati in elenco se non ci fossero stati gli outsider da festival!
La lista, come tutte, ha due caratteristiche fondamentali: primo è criticabile, secondo è assolutamente personale; quindi ben lieto di leggere i vostri commenti in fondo alla pagina. Sotto a ogni titolo proverò a spiegare il perché sia presente e alla fine farò anche un richiamo agli esclusi e alle delusioni dell’anno che si sta concludendo.
Essendo una lista e non una classifica le posizioni sono puramente indicative. Se questi film sono qui, vi consiglio di vederli tutti.

10° La casa di Fede Alvarez

Evil-Dead-Poster
Arrivato in sala nel mese di Maggio è l’unico titolo di genere horror a essere presente in lista. Il gradimento al cinema si sa, è quasi totalmente fondato sulle aspettative, su come ci viene presentato un film e su come assorbiamo le notizie legato a esso.
La casa è il remake di un cult omonimo del 1981 di Sam Raimi. Il lungometraggio di Raimi non l’ho apprezzato subito ma solo in una seconda rinnovata gioia per gli horror (tutto merito di Wes Craven e di John Carpenter). Quindi l’annuncio di un ennesimo remake di un cult degli anni ottanta mi fece sobbalzare dalla sedia e mettere le mani nei capelli. Ma i primi poster, le prime immagini e il primo trailer mi convinsero a staccare un biglietto. Qui la mia recensione. In poche e spero efficaci parole: La casa è il miglior remake del 2013, è un adattamento intelligente, rispettoso e che in più momenti omaggia il cult di Raimi senza mai rinnegarlo o prenderne troppo le distanze. Qui un articolo sugli omaggi e le differenze.

Big Bad Wolves di Aharon Keshales e Navot Papushado

BIGBADWOLVESRRRT5566

Grazie al Torino Film Festival (qui tutti i nostri articoli dal TFF) si può dare uno sguardo a un cinema che altrimenti non vedremmo mai. Big Bad Wolves è un thriller israeliano scritto, girato e montato non con poca maestria. Tecnicamente superbo e con un finale geniale. Una serie di brutali omicidi riunisce tre uomini: il padre di una delle vittime, un detective che indaga sul caso e il principale sospettato. Una riflessione sull’umanità, sull’essere spietati e sull’essere malvagi. A un primo sguardo può sembrare un qualsiasi poliziesco, ma non lo è. Spero che la distribuzione italiana lo porti nel nostro paese. Per una volta, Quentin Tarantino, al quale credo di rado, c’ha azzeccato!

The Stag di John Butler

stag

Dopo aver sussultato sulla poltrona, direi che è anche arrivato il momento di ridere. The Stag è la commedia più divertente e meglio scritta dell’anno. Film irlandese che racconta un addio al celibato alla ricerca di se stessi e di ricordi e sentimenti perduti. Si ride e ci si commuove senza vergogna. Una commedia dai sentimenti veri che aspetta di essere distribuita ancora in Italia. Eppure, seppur lontanissimo dal modello di Una notte da leoni, si poteva sfruttare il filone.
Visto al Torino Film Festival.

Gravity di Alfonso Cuarón

gravity-sandra-bullock-poster

A Ottobre il messicano Alfonso Cuarón ci spedisce nello spazio! Se non letteralmente, ma quasi. Gravity è immersivo, intimista e sentimentale oltre a essere una goduria per gli occhi. Qui la mia recensione sul film.

L’uomo d’acciaio di Zack Snyder

Uomo-acciaio-manifesto-2

Non ci ho pensato molto a inserirlo in lista. L’uomo d’acciaio è il miglior cine-comics dell’anno. Scelte coraggiose e di grande impatto, visivamente superbo. Questo è il classico film che: o lo ami o lo odi.
Qui la mia recensione dettagliata.

Only lovers left alive di Jim Jarmusch

435

Un altro film che grazie al Torino Film Festival ho avuto la fortuna di vedere. L’ultimo lungometraggio diretto da Jim Jarmusch è uscito in quasi tutto il mondo e non ha ancora una data di rilascio per l’Italia. Un film sui vampiri, sull’amore, sulla sopravvivenza e sulla vita. Splendido in tutte le sue sfumature. Qui la mia recensione dettagliata.

I sogni segreti di Walter Mitty di Ben Stiller

The-Secret-Life-of-Walter-Mitty-Movie-Ben-Stiller-HD-Wallpaper

Quando un film fa sognare e commuovere entra di diritto nella top ten dell’anno. Il film diretto e interpretato da Ben Stiller è molto più reale di quello che sembri, capace di toccare ognuno di noi. Qui la mia recensione.

Il lato positivo di David O. Russell

il-lato-positivo4-e1365782373219

Ho fatto il tifo per questo film agli Oscar del 2013. Il film infatti è uscito nel 2012 negli Stati Uniti e ha partecipato alle nomination, in Italia è stato rilasciato a Marzo 2013. Ha ricevuto ben otto candidature e solo una statuetta per la miglior interpretazione femminile protagonista per Jennifer Lawrence. Il lato positivo è un dramedy scritto con molta accortezza, si nota infatti una cura dei particolari che pochi film posso vantare di avere in una sceneggiatura. La storia non è scontata o banale, ma decisamente appassionante e coinvolgente. La caratterizzazione dei personaggi è un altro punto di forza e chiude il cerchio un cast incredibile. Davvero un top dell’anno e forse del quinquennio.

Lo Hobbit: La desolazione di Smaug di Peter Jackson

Lo-Hobbit-La-desolazione-di-Smaug-slide

Io sto con Peter Jackson. Al di là del mio “a prescindere” in stile Totò, non si può negare che il film del regista neozelandese sia spettacolare e appassionante. Ogni volta che Peter Jackson realizza un film di queste dimensioni produttive porta il livello del cinema a uno stadio successivo e mette dietro tutti gli altri. Tecnicamente superbo. Leggete la mia recensione qui.

A proposito di Davis di Ethan e Joel Coen

Inside_Llewyn_Davis1

A proposito di Davis è il titolo italiano dell’ultimo film diretto dai fratelli Coen. In originale è Inside Llewyn Davis, titolo più in linea con il film.  Io ho avuto la fortuna di vederlo in anteprima e in lingua originale al Torino Film Festival, mentre chi non era nel capoluogo piemontese potrà assistere alla proiezione del film a partire dal 20 Febbraio 2014.
A proposito di Davis è il più bel film dei fratelli Coen degli ultimi dodici anni. Scritto questo, vi rimando alla mia recensione per saperne di più, qui.

ESCLUSI

Per poco non hanno fatto parte dei primi dieci film dell’anno: Prince Avalanche di David Gordon Green (qui la recensione), altro film visto in festival e che non ha una distribuzione italiana. La mafia uccide solo d’estate di Pif (qui la recensione)C’era una volta un’estate di Nat Faxon e Jim Rash (qui la recensione), Cattivissimo Me 2 di Pierre Coffin Chris Renaud, Rush di Ron Howard Come un tuono di Derek Cianfrance.

DELUSIONI

Tra le delusioni più cocenti dell’anno ci sono:
Lincoln di Steven Spielberg: lento, eccessivamente auto celebrativo e scritto male.
Star Trek – Into darkness di J.J.Abrams: la presenza di Benedict Cumberbatch mi aveva fatto sperare in un vero cattivo, ma il film risulta girato male e scritto peggio.
Pacific Rim di Guillermo Del Toro: Forse la delusione più forte. La mia recensione spiega tutto.

In attesa dei vostri commenti e delle vostre liste, vi auguro un buon 2014 pieno di buon cinema!

top-10-films

Categorie
NewsWideNews

Le Ultime Novità: