Recensione GAME OF THRONES – S04E04

Puntualissima come sempre, a voi la recensione sulla quarta puntata della quarta stagione di Game of Thrones! La puntata questa volta inizia con...

[ATTENZIONE – L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SULL’EPISODIO]

Puntualissima come sempre, a voi la recensione sulla quarta puntata della quarta stagione di Game of Thrones!

nathalie_emmanuelLa puntata questa volta inizia con una lezione di lingua: Missandei insegna a Verme Grigio la lingua comune. Con l’occasione i due si scambiano qualche confidenza relativa al loro rispettivo passato. In questo frangente vediamo un lato degli Immacolati che ancora non avevamo scoperto: non proprio guerrieri senza cuore e senza anima ma persone capaci ancora di provare qualcosa.

Il momento viene interrotto da Daenerys che reclama il comandante degli Immacolati per iniziare la presa della cittá di Meereen. L’invasione si svolge diversamente rispetto alle dinamiche raccontate nel libro ma, in questo frangente, non ne parleremo.  Gli immacolati entrano all’interno dell’alloggio degli schiavi, travestiti da schiavi a loro volta, ed armano gli stessi al fine di fomentare una rivolta dall’interno della stessa piramide. Gli schiavi si ribellano e, vantando comunque una forte superioritá numerica, catturano i Padroni e si proclamano uomini liberi. Daenerys non dimentica peró la crocifissione dei 163 bambini alla quale ha assistito durante la strada che l’ha condotta a Meereen quindi decide di vendicare i morti crocifiggendo 163 Padroni, nonostante Ser Barristan l’avesse invitata alla clemenza.

jailed-tyrionLasciamo Meereen al suo tumulto e troviamo Bronn e Jaime alle prese con solito allenamento. Dopo l’ennesima vittoria del mercenario sul povero Comandante della Guardia Reale, Bronn racconta a Jaime che il fratello Tyrion, durante il suo precedente processo a Nido dell’Aquila, aveva chiesto che fosse Jaime a difenderlo. Questo a riprova della considerazione che Tyrion ha nei confronti del fratello. Questo fa riflettere Jaime che, dopo un notevole lasso di tempo, decide di andare a trovare Tyrion in cella.

Solcando i mari che da Approdo del Re vanno verso la Valle di Arryn, troviamo l’allegra imbarcazione di Petyr Baelish e Sansa Stark. Ditocorto aggiorna la giovane lupa su quelli che sono i suoi piani: parlano dell’imminente matrimonio tra lo stesso Baelish e Lady Lysa di Nido dell’Aquila, di come “l’amicizia” con i Lannister non sia forte quando quella con Alto Giardino. Questo ci fa capire un po’ meglio il ruolo di queste due fazioni in merito alla morte di Jeoffrey.

margaery.targerianSeguendo il profumo delle rose, ci ritroviamo ad Alto Giardino. Lady Olenna e la nipote Margaery si trovano a discutere davanti al solito panorama. L’argomento stavolta è Tommen: le due donne non si interrogano certo sul dolore ragazzo dopo l’ennesimo lutto subito! Non perdono infatti l’occasione di studiare il piano migliore per conquistare il cuore del futuro Re di diritto. Margaery, da nipote devota, mette in pratica i consigli di nonna Olenna e si reca di notte nelle stanze dell’ignaro Tommen. In questo frangente la differenza di età tra i due è più evidente del solito… I due discutono del loro futuro insieme e Tommen pare proprio gradire il profumo della giovane rosa di Alto Giardino! I due decidono di incontrarsi nuovamente. All’oscuro di Cersei, ovviamente!

Dall’alta temperatura della camera da letto di Tommen passiamo al freddo gelido della Barriera: Jon Snow non se la passa benissimo! Ben voluto da tutti i confratelli ma odiato a morte dai superiori. Primo tra tutti, Ser Allister Thorne. Per sbarazzarsi del povero Snow, Thorne decide di accettare la richiesta del “Lord bastardo” di casa Stark di andare verso il castello di Craster al fine di catturare i ribelli fuggiti dalla Barriera, giusto per evitare che questi spifferino tutto ai bruti. Quindi, quale occasione migliore che mandare Jon con a seguito un paio di Confratelli in Nero contro un’orda di ribelli??

A proposito di ribelli… Brann, durante una delle sue visioni, si accorge che Spettro è rinchiuso in una gabbia li vicino. Che c’entrano i ribelli? Sono proprio loro che lo tengono rinchiuso al castello di Craster! Brann e company decidono di cercare di liberare Spettro ma, ovviamente, ottengono l’effetto contrario e vengono catturati dagli stessi ribelli, felicissimi di avere catturato uno Stark (fratello di Jon Snow, tra l’altro).

Game-of-Thrones-Season-4-Episode-4-Oathkeeper-S04E04_3-300x168Nel frattempo Rest, uno dei ribelli, porta l’ennesimo figlio maschio di Craster come sacrificio agli Estranei. Questa volta scopriamo che fine fanno i bambini sacrificati ai Whitewalkers: vengono portati ad una sorte di “sacerdote” (anche esso Estraneo) che trasforma il neonato in uno di loro. In realtà non si capisce bene l’entità della trasformazione… nella puntata si vede infatti che il sacerdote poggia un dito sul viso del bambino e questo acquista i classici occhi color ghiaccio tipici degli Estranei. A voi i commenti a questo punto!

La prossima sarà la puntata di metà stagione e noi tutti sappiamo quanto dense siano di solito! Alla prossima!

Categorie
Serie TVWideNews

Le Ultime Novità: