Curiosità dalla saga di MAD MAX!

Per voi ecco gli incredibili segreti legati alla saga post apocalittica per antonomasia: Mad Max! Curiosità da Mad Max 1979 In Italia si preferì cambiare il titolo, con il...

Per voi ecco gli incredibili segreti legati alla saga post apocalittica per antonomasia: Mad Max!

Curiosità da Mad Max 1979

mad

In Italia si preferì cambiare il titolo, con il più fantascientifico “Interceptor”, che era il nome delle auto della polizia nel film.

interceptor

Il nome completo del protagonista è Max Rockatansky. Questo è un omaggio di Miller al patologo del 19 ° secolo Carl von Rokitansky, ideatore del procedimento Rokitansky per la rimozione degli organi interni durante una autopsia.

mad max 2

George Miller ha confermato che per questo film gli fu di ispirazione il film del 1975 Apocalypse 2024 (A Boy and His Dog) diretto da L.Q. Jones.

APOCALYPSE_2024

A causa del limitatissimo budget, meno di 350 mila dollari, la scena che vede protagonista una banda di motociclisti era una reale banda di motociclisti chiamata i Vigilantes. Furono molto gentili ad andare ogni giorno sul set in costume portando con le loro armi. Essendo questo un problema nel caso fosse intervenuta la polizia locale, a ognuno di loro fu data una lettera nella quale si spiegava che servivano per un film e si chiedeva gentilmente la comprensione e la cooperazione da parte delle forze dell’ordine. Per fortuna non vi fu mai nessun problema. Molte moto furono donate dalla Kawasaki Z1000, a cui fu sostituito il nome con un adesivo sul quale è scritto: “Kawa”.  Inoltre fu permesso ad alcuni motociclisti di tenerle dopo che si conclusero le riprese.

mad max bikers

George Miller per ottenere i soldi del film lavorò anche come medico in un pronto soccorso, queste sue conoscenze mediche gli permisero di realizzare un maggiore realismo in alcune scene. Inoltre la post-produzione, e montaggio audio e video, del film furono costretti a farla nella casa di Byron Kennedy, e precisamente nella sua camera da letto utilizzando una macchina per l’editing costruita da suo padre.

byron Kennedy e Mel gibson

Mel Gibson la notte prima del casting, ebbe una brutta scazzottata in un bar. Lo stesso Gibson disse  “la mia faccia sembrava una zucca blu e e nera.” La produzione vedendolo così gli disse di tornare entro tre settimana, perché cercavano “freak” e lui faceva al caso loro. Quando si ripresentò non fu riconosciuto, essendo perfettamente guarito, e gli fu offerta la parte del protagonista.

Avendo poche auto, la produzione ebbe un’idea: le auto che in alcune scene erano della polizia, in altre scene venivano ridipinte per interpretare ruoli di differenti auto, per poi essere nuovamente dipinte come auto della polizia. Le auto erano realmente auto della polizia, ma da tempo dismesse. La stessa auto pattuglia di Max la Ford Falcon XB era un auto della polizia gialla .

yellow interceptor

Tim Burns (Johnny Boy) entro così nel personaggio da essere antipatico a tutti, così  durante la scena dell’ammanettamento all’auto incidentata fu lasciato ammanettato per tutta la pausa pranzo. Comunque quelle manette non erano reali, ma solo un modello giocattolo.

johnny-the-boy-options

Per la scena finale del Truck che travolge la motocicletta, George Miller pagò un camionista 50 dollari per eseguirla, ma l’uomo aveva paura di rovinare il suo mezzo, così fu istallato uno scudo verniciato per assomigliare alla parte anteriore del mezzo.

mad max truck

Hugh Keays-Byrne, che interpreta Toecutter, è, 36 anni dopo, Immortan Joe in Mad Max: Fury Road (2015). Hugh Keays-Byrne, si ispirò a Gengis Khan per il suo personaggio Toecutter.

Hugh Keays-Byrne2

Il furgone blu che è distrutto all’inizio del film non aveva il motore, infatti era stato rimosso e fu spinto a mano dagli assistenti della fotografica. La scelta di rimuovere il motore fu geniale, infatti nella scena gira in modo incontrollabile, aggiungendo spettacolarità all’incidente stesso. Questo furgone era di George Miller che fu costretto a “sacrificarlo”. Avendo la produzione seri problemi di budget. Miller ricorda che molte scene di inseguimento non furono girate proprio a causa di questo problema.

mad-max-blue-van 1

In tutto il film vi è una sola giacca e pantaloni di vera pelle. Questa è la giacca indossata da Max. Tutti gli altri poliziotti indossavano giacche di finta pelle. Le moto, tutte le unità di modello di dimostrazione in ritardo, sono stati donati da Kawasaki. Molti dei bikers li teneva dopo la sparatoria è stato completato. Inoltre non fu possibile riparare la manica destra, che fu strappata per errore da un motociclista. Questa mancanza fu riportata nel sequel divenendo un tratto distintivo del suo costume.

madmax-1a

Max Fairchild interpreto due ruoli Benno in Mad Max e un ostaggio, nell’auto di Homungus sulla destra, nel sequel.

Benno maf max

La fine della Nightrider si ottenne montando un razzo sulla parte posteriore della vettura. Però la scena non andò come previsto e fu in parte rigirata.

nightrider2

All’inizio del film si possono vedere due segnali stradali su i quali è scritto: “Anarchie” (Anarchia), e “Bedlam”, ebbene questi due cartelli esistono realmente in Australia.

anarchy

Il film in USA fu riddoppiato a causa dell’incomprensibilità dell’accento australiano da parte degli americani.

La scena sul cavalcavia fu girata in grande fretta perché Miller non disponeva di nessun permesso per girarla.

overpass

Curiosità da Mad Max 2 ” Interceptor – Il guerriero della strada

Gli eventi narrati accadono due anni dopo il primo capitolo.
Il cane che compare nel film si chiama realmente Dog. Fu preso dal canile, il poveretto doveva essere abbattuto il giorno seguente. Inoltre il rumore dei motori lo spaventava a tal punto che più volte fece i bisogni nell’auto in cui si trovava, fu munito di speciali tappi per le orecchie. In seguito fu adottato da un membro della troupe.

dog

la scena della cisterna che si schianta fu ritenuta così pericolosa che al conducente fu vietato di mangiare per 12 ore. Questo perché nel caso avesse riportato dei gravi danni i medici l’avrebbero potuto operare immediatamente.

mad max mack

Il villain Humungus doveva essere inizialmente il collega di Max Jim Goose, ma poi l’idea fu scartata, ma non del tutto. Infatti furono lasciati degli indizi che potevano confermare ciò, quali: ustioni orribili sul viso nascoste dalla maschera, l’uso del raider proprio dei veicoli della polizia, e un’arma simile ad arma a quelle della MFP. Inoltre molti hanno teorizzato che sia il figlio di un ufficiale nazista.  Questo perché nella scena in cui prende i proiettili dalla valigetta si vede all’interno il teschio con le ossa incrociate delle SS (Totenkopf) e la foto di un uomo in divisa da nazista accanto a una donna.

guncase2

mad_max_2_1981_humungus

Il logo sul camion cisterna è “7 Sisters Oil”, riferimento alla teoria della cospirazione, che vuole che la Standard Oil e altre sei società petrolifere controllino il mercato mondiale del petrolio a proprio vantaggio.

7 sister

Nel luogo in cui fu girato questo sequel non pioveva da oltre quattro anni, ma durante la lavorazione vi fu un temporale che obbligò a fermare i lavori per una settimana.

In una scena, Max mangia una lattina di “Dinki-Di” cibo per cani. “Dinki-Di” nello slang australiano significa “genuino, vero.”

dinki-di

Doveva essere l’ultimo capitolo di Mad Max, ma così non fu.

Su un telo è possibile leggere:  “The Vermin Have Inherited the Earth.” (I Parassiti hanno ereditato la Terra).

vermin

Sull’elicottero di captain Gyro si vede l’immagine di una donna nuda. se vi chiedete chi sia è Karen Price, Playmate del Gennaio 1981 a cui fu data la pagina centrale della famosa rivista.

Curiosità da Mad Max Oltre la sfera del tuono (1985)

Gli eventi narrati accadono quattro anni dopo il primo capitolo.

Il film nacque sotto una cattiva stella, infatti George Miller perse gran parte dell’entusiasmo nel realizzarlo quando il suo amico e produttore Byron Kennedy durante dei sopralluoghi, l’elicottero in cui era cade, uccidendolo. Miller diresse solo alcune scene d’azione, mentre George Ogilvie il resto. Il film è dedicato a Byron Kennedy.

La tempesta alla fine del film è reale, costrinse infatti a fermare in parte i lavori.

Il vestito indossato da Tina Turner pesava oltre 55 chili essendo in acciaio.

thunderdome

Tutti i veicoli nella serie Mad Max sono con cambio manuale, solo uno non lo è, quello guidato da Aunty Entinty (Tina Turner), perché l’attrice non era capace di guidare con il cambio manuale, quindi una vettura fu equipaggiata con cambio automatico.

aunty-entity-tina-turner-in-action

Il personaggio di Tina Turner è presentato come Aunty Entity, ma durante il film è sempre chiamata Aunty.

Curiosità da Mad Max: Fury Road (2015)

La CGI è stata usata con molta parsimonia soprattutto per valorizzare il paesaggio namibiano.

Tom Hardy, ha pranzato con Mel Gibson per discutere come meglio assumere il ruolo di Max Rockatansky. Gibson gli ha detto che come attore andava bene per la parte e gli ha dato la sua benedizione.

Heath Ledger era stato considerato per il ruolo di Max Rockatansky prima della sua prematura scomparsa nel 2008.

heath2

Si può vedere Toast (Zoë Kravitz) giocare con un piccolo carillon questo è un riferimento a Max quando porge un carillon simile a The Feral Kid (Emil Minty) in Mad Max 2.

Il chitarrista che si vede nel film è Sean Hape, artista/musicista australiano, meglio conosciuto come iOTA. In un’intervista ha dichiarato che la chitarra pesava quasi 60 chili (132 libbre) e le fiamme erano alimentate da gas che lui controllava utilizzando la whammy bar.

guitar

Incidenti sul set dalla saga di Mad Max:

In Mad Max: Sheila Florance si ruppe il ginocchio inciampando durante la corsa con il fucile, dovette in seguito recitare con il gesso gesso.

Mad Max 2: In una delle scene più spettacolari del film accadde un grave incidente. Uno degli stuntman vola dalla moto è urta violentemente contro un auto, ma la scena non prevedeva ciò, infatti avrebbe dovuto oltrepassare l’auto e non sbatterci sopra. L’attore si ruppe entrambe le gambe in questo tragico incidente.

Scene eliminate dalla saga di Mad Max:

Prima del finale era prevista una scena in cui si vede Max riposare vicino al fiume. Questa scena è in parte visibile all’inizio del secondo film.

La scena in cui i bikers attaccano il quartier generale MFP, e uccidendo Fifi, Roop e Charlie, fu sfortunatamente tagliata. questa scena avrebbe spiegato la loro assenza nella seconda metà del film.

La scena iniziale di Mad Max 2, nella qual è spiegato cosa è successo al pianeta, non è mai stata mostrata nella versione australiana del film.

Alcune scene violente di Mad Max 2 furono eliminate nella versione australiana.

In Mad Max Oltre la sfera del tuono due scene furono tagliate per problemi di durata del film. La prima vedeva Max sognare la moglie assassinata e il figlio, e si sveglia e piangendo. Nella seconda Max prende un geco morente e gli dice che hanno raggiunto Domani-Morrow Land.

Categorie
CinemaWideNews

Le Ultime Novità: