ARROW – Recensione 4×2

Abbiamo visto l'episodio numero due di questa quarta stagione.

In questo secondo episodio della quarta stagione della serie TV Arrow abbiamo vissuto, forse, un po’ troppi dejavu. Il tutto si concentra sul cambiamento di Speedy (la sorella di Oliver). Damien Darhk praticamente appare solo per fare un paio di minacce a vuoto a un improbabile villain che non reca alcun danno. E il siparietto licenziamenti/non licenziamenti di Felicity è molto debole e serve solo da riempitivo. Il dejavu che segnerà la missione più curiosa è quella che vedrà Sara tornare in vita. Il personaggio che si sta rivelando molto confuso è Laurel Lance “Black Canary”. Oltre a non essere mai decisiva e mai protagonista fa scelte decisamente contrastanti. Riportare in vita la sorella è un atto decisamente responsabile visto quello che sta succedendo a Speedy. Mentre nelle stagioni precedenti sembrava essere quella più responsabile, è anche un avvocato (tra parentesi!). Speriamo che questa quarta stagione non si perde in trama viste e riviste e sopratutto introduca qualche bel nuovo personaggio. Aspettiamo ancora il ritorno di Atom (Ray Palmer) che sappiamo non essere morto.

Infine una nota sul discorso di Oliver sul diventare sindaco. Mi ha riportato un altro dejavu… con la mente sono tornato al discorso di Harvey Dent riguardo al fatto che Gotham non ha bisogno di un eroe alla luce del giorno, un eroe al quale ispirarsi. Ci avete fatto caso?

Categorie
Serie TV

Le Ultime Novità: