The Walking Dead – Recensione 6×2

Ed ecco chi suona il clacson! E poi tanto sangue, sangue, sangue!

La recensione contiene spoiler.
Questo secondo episodio della sesta stagione di The Walking Dead si apre e si chiude con quello che poi rimarrà l’interrogativo più grande della puntata. Chi è Enid? La ragazza ci viene presentata come sperduta e sola, ma poi vediamo che acquisisce una certa abilità di sopravvivenza fino ad arrivare ad Alexandria. Per un motivo ancora sconosciuto l’abbandona, per dove? per cosa?

JSS – Just Survive Somehow

Questo episodio di The Walking Dead è uno dei più splatter e di impatto mai visti. Nonostante non ci siano Zombie in azione la follia dell’invasione dei “Wolves” è incredibile. La prima uccisione della donna che fuma nel suo giardino è all’altezza dei migliori horror mai visti a livello d’impatto. Oltre a essere inaspettato risulta proprio ripreso bene dal punto di vista della regia. La telecamera fissa inquadra una normale scena di vita ordinaria fuori contesto zombie. E proprio quando la scena porta lo spettatore a quella che è una scena di vita normale ecco che arriva lo shock. Davvero molto bello.
Da qui la follia di questi macellai che sembrano non avere alcuno scopo se non quello di uccidere chiunque. Questo scatena la metamorfosi di Carol che dalla dispensa a parlare di ricetta passa all’armeria per diventare una sorta di Rambo: FANTASTICA. È di fatto uno dei personaggi scritti meglio, il suo percorso dalla prima stagione in cui era una donna che subiva le violenze del suo stesso marito a questa stagione in cui si rivela moralmente indistruttibile è eccezionale. La sua tempra è decisa, la parola d’ordine è sopravvivere. Non si tira indietro nemmeno per uccidere una sua amica appena brutalmente assassinata, come successo in questo episodio.
Da sottolineare è che in ogni stagione gli sceneggiatori hanno aggiungo qualcosa in più; mentre personaggi comunque principali come a esempio Daryl sono rimasti molto più simili a loro stessi.

walking dead morgan
Morgan rivela di aver avuto come maestro un casaro (un produttore di formaggio), nel frattempo cerca di mediare con i Wolves ma non riesce se non a farne scappare qualcuno. Alla fine dell’episodio l’inquadratura vede lui e Carol incrociarsi e andare su parti opposte, proprio come le loro mentalità, i loro modi di fare e i loro punti di vista.

Menzione d’oro per Jessie e il modo in cui uccide l’invasore in casa sua.

walking dead splatter

Rimangono ai margini il prete e Carl che credo abbia sempre meno da dire in questa serie.
Per la prossima puntata si attende l’invasione degli Zombie ad Alexandria attirati, appunto, dal clacson del camion.

Categorie
Serie TVWideNews

Le Ultime Novità: