Oscar 2016 le nomination e nostro commento

Ecco le candidature!

Guillermo del Toro e Ang Lee hanno annunciato i candidati alle seguenti categorie per gli Oscar 2016: Miglior Film Animato, Miglior Fotografia, Miglior Costumi,  Miglior Documentario, Miglior Cortometraggio Documentario, Miglior Trucco e Parrucco, Miglior Canzone Originale, Miglior Cortometraggio Animato, Miglior corto metraggio, Miglior montaggio Audio e miglior Audio. Dopo la loro presentazione esattamente otto minuti dopo John Krasinski e il Presidente dell’Academy Cheryl Boone Isaacs hanno annunciato le  candidature mancati ovvero: Miglior Attore protagonista, Miglior Attrice protagonista, Miglior Attore non protagonista, Migliore Attrice non protagonista, Miglior Regista, Miglior Montaggio, Miglior Film Straniero, Miglior colonna sonora originale, Miglior Film, Miglior Scenografia, Migliori Effetti Visivi, Miglior Sceneggiatura Originale, Miglior Sceneggiatura non Originale.

Prima di commentare le singole categorie non possiamo non notare con grande piacere, la nomination di Sylvester Stallone nella categoria attore non protagonista in Creed – Nato per combattere. Certo si scontra contro dei mostri sacri quali Christian Bale, Mark Ruffulo e Tom Hardy, ma noi tifiamo per lui!

Ed ecco le nomination agli Oscar 2016:

Miglior Film

movie

Spotlight (Il caso Spotlight)

The Big Short (La grande Scommessa)

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

The Martian (The Martian – Il sopravvissuto)

Brooklyn

Mad Max: Fury Road

Bridge of Spies (Il Ponte delle Spie)

Straight Outta Compton

Room

Non vi sono sorprese. Tutti i film nominati hanno avuto ottimi consensi di critica e pubblico. Sono opere di grandissimo impatto sia visivo che emotivo. Scegliere chi sarà il migliore non sarà facile. Due potrebbero avere una marcia leggermente superiore. Sono The Big Short (La grande Scommessa) e The Revenant (The Revenant – Il Redivivo). Sia per le tematiche trattate, la crisi immobiliare che divenne una crisi economica mondiale, nel primo caso e la vendetta nel secondo caso. Ma anche per come hanno affrontato tali argomenti.

Miglior Regista

director

Alejandro G. Iñárritu – The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

Adam McKay – The Big Short (La grande Scommessa)

Tom McCarthy –Spotlight (Il caso Spotlight)

George Miller — Mad Max: Fury Road

Lenny Abrahamson — Room

I registi candidati hanno tutti dato un’impronta originale e unica a le loro opere, visionari sono stati George Miller e Alejandro G. Iñárritu, realistici e attenti senza patinature fuori luogo o inutili virtuosismi sono stati  Adam McKay, Tom McCarthy e Lenny Abrahamson. Dire chi potrebbe vincere è davvero difficile.

Migliore Attrice Protagonista

acters

Brie Larson – Room

Saoirse Ronan – Brooklyn

Cate Blanchett – Carol

Charlotte Rampling – 45 Years (45 anni )

Jennifer Lawrence — Joy

Interessante la presenza di Charlotte Rampling che dopo aver vinto l’Orso d’argento a Festival di Berlino del 2015 per la sua ottima performance, conquista l’Accademy. La sua performance a nostro avviso è superiore a quelle delle sue colleghe. Invece non convincono le candidature di Jennifer Lawrence e Cate Blanchett che non trasmettono la stessa energia come in loro precedenti performance.

Miglior Attore Protagonista

actor

Leonardo DiCaprio – The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

Michael Fassbender – Steve Jobs

Eddie Redmayne – The Danish Girl

Bryan Cranston – Trumbo (L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo)

Matt Damon – The Martian (The Martian – Il sopravvissuto)

Sarà la volta buona che L’Academy riconosca la bravura di Leonardo DiCaprio? In quest’opera ha dato tutto se stesso, ha anche mangiato carne cruda lui che è vegetariano. Credo che l’unico a poter insidiare la vittoria possa essere Bryan Cranston davvero incredibile la sua performance.

Miglior Attrice non protagonista

suppor actress

Alicia Vikander – The Danish Girl

Kate Winslet – Steve Jobs

Jennifer Jason Leigh – The Hateful Eight

Rooney Mara – Carol

Rachel McAdams – Spotlight (Il caso Spotlight)

Le due piacevoli sorpresa in questa categoria sono la presenza di Rachel McAdams e Jennifer Jason Leigh, che però temo non potranno vincere dovendosi scontrare contro l’eccezionale prova di Kate Winslet.

Miglior Attore non protagonista

support actror

Mark Rylance – Bridge of Spies (Il Ponte delle Spie)

Sylvester Stallone – Creed (Creed – Nato per combattere)

Christian Bale – The Big Short (La grande Scommessa)

Mark Ruffalo – Spotlight (Il caso Spotlight)

Tom Hardy — The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

Come scritto prima la piacevole sorpresa è la nomination di Sylvester Stallone, un grande attore spesso dimenticato o relegato a ruoli davvero banali. Sarà dura per lui portare a casa la mitica statuetta, ma la meriterebbe più di tutti. Gli sfidanti sono eccellenti e bravissimi attori e vincere per Stallone non sarà facile, ma non dimentichiamo che lui è Rocky Balboa.

Miglior Sceneggiatura non originale

adapted screen

The Big Short (La grande Scommessa) – Adam McKay, Charles Randolph

Room — Emma Donaghue

Carol – Phyllis Nagy

The Martian (The Martian – Il sopravvissuto) – Drew Goddard

Brooklyn – Nick Hornby

Nomination abbastanza telefonate, quindi nessuna sorpresa. Sono tutte sceneggiature tratte da ottimi libri e ben realizzate. Non sarà facile scegliere la migliore tra queste.

Miglior Sceneggiatura originale

original screen

Spotlight (Il caso Spotlight) – Tom McCarthy, Josh Singer

Inside Out – Josh Cooley, Pete Docter, Meg LeFavue

Straight Outta Compton — Jonathan Herman, Andrea Berloff, S. Leigh Savidge, Alan Wenkus

Ex Machina – Alex Garland

Bridge of Spies (Il Ponte delle Spie) – Matt Charman, Ethan Coen, Joel Coen

A sorpresa un film di fantascienza, Ex Machina, in questa importante categoria, ma dovrà affrontare una delle migliori sceneggiature del 2015 e forse di sempre ovvero Inside Out. Interessante notare che le rimanenti sceneggiature originali sono tratte da fatti realmente accaduti.

Miglior Fotografia

Oscar cinemato

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo) – Emmanuel Lubezki

Sicario – Roger Deakins

Carol – Edward Lachman

Mad Max: Fury Road – John Seale

The Hateful Eight – Robert Richardson

Tutti i nominati in questa categoria meriterebbero il premio. Il lavoro svolto in ogni singolo film dal direttore della fotografia è stato di grandissimo pregio. Essendo però costretti a fare una scelta noi diremmo che meglio hanno saputo coniugare innovazione e abilità fotografica John Seale (Mad Max: Fury Road) e Emmanuel Lubezki (The Revenant – Il Redivivo). Interessante notare che in questa categoria abbiamo 2 film Wester (non se ne vedevano contemporaneamente due in nomination da tempo) e su 5 film candidati 4 sono action/drama. Unica nota stonata è l’assenza di Adam Arkapaw per l’ottimo lavoro fatto nel film Macbeth.

Miglior Colonna Sonora Originale

original score

The Hateful Eight – Ennio Morricone

Star Wars: The Force Awakens (Star Wars: Il risveglio della Forza) – John Williams

Bridge of Spies (Il Ponte delle Spie) – Thomas Newman

Carol – Carter Burwell

Sicario — Johann Johannsson

Alla domanda se gli era piaciuto Star WarsCome George Lucas ha detto:”le Musiche…”. Non si può che essere in accordo. Probabilmente è l’unica nota originale e positiva di questo banale blockbuster mondiale. Sfortunatamente anche quest’anno non vi sono colonne sonore in nomination particolarmente originali, o innovative, forse l’unico che secondo noi si avvicina almeno in parte a questa idea è Johann Johannsson (Sicario) ma difficilmente potrà vincere.

Migliori Effetti Visivi

visual

Ex Machina

Star Wars: The Force Awakens (Star Wars: Il risveglio della Forza)

The Martian (The Martian – Il sopravvissuto)

Mad Max: Fury Road

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

In questa categoria sovrasta Mad Max: Fury Road. Il sapiente uso di CG, Blu/Green screen e scene live ne fa un piccolo gioiello. Possiamo notare che tutti i film presenti in questa categoria parlano di un futuro più o meno vicino, tranne uno che è un Western. Questo è un importante indizio. Infatti è un segnale che indica che si possono fare film con ottimi effetti speciali senza per questo trovarsi obbligati a raccontare storie fantastiche o fantascientifiche. Stupisce l’assenza di Jurassic World che al pari di Star Wars VII poteva entrare in nomination.

Miglior Montaggio

editing

Mad Max: Fury Road

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

Spotlight (Il caso Spotlight)

The Big Short (La grande Scommessa)

Star Wars: The Force Awakens (Star Wars: Il risveglio della Forza)

Non comprendendo come possa fare parte di questa categoria Star Wars: Il risveglio della Forza, tutti le altre opere hanno merito di essere qui presente. Vi è un opera però che ha fatto del montaggio il suo fulcro. Parliamo de La grande Scommessa.

Miglioro Trucco e Parrucco

make up

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

The 100-Year-Old-Man Who Climbed Out a Window and Disappeared (Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve)

Mad Max: Fury Road

Compare in questa categoria un film non USA parliamo della commedia Danese Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve. Probabilmente non vincerà, ma l’essere nominato in questa prestigiosa categoria è comunque un grandissimo risultato. 

Miglior Scenografia

design

Mad Max: Fury Road

Bridge of Spies (Il Ponte delle Spie)

The Martian (The Martian – Il sopravvissuto)

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

The Danish Girl

Cinque film tre diversi generi: storico, fantascienza, western e non sarà facile scegliere il vincitore. Dispiace che non sia stato nominato anche The Hateful Eight .

Miglioro Costumi

costume

Carol

Cinderella (Cenerentola)

The Danish Girl

Mad Max: Fury Road

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

In Nomination due film che vedono protagonista Cate Blanchett e costumi realizzati dalla bravissima Sandy Powell. Un incredibile coincidenza che probabilmente fa comprendere come la classe dell’attrice valorizza i già bellissimi abiti realizzati da Sandy Powell. Così anche il pessimo Cenerentola può entrare a testa alta in questa categoria grazie agli splendidi costumi. Non vi sono dubbi su chi vincerà!

Miglior Canzone Originale

original song

“Earned It” from Fifty Shades of Grey (Cinquanta sfumature di grigio)

“Manta Ray” from Racing Extinction

“Til It Happens to You” from The Hunting Ground

“Writing’s on the Wall” from Spectre

“Simple Song #3” from Youth

Ecco l’unica candidatura di un film italiano agli Oscar 2016. Come migliore canzone originale è nominata Simple Song #3” tratta dal film Youth. Non è certo una di quelle canzoni che tutti apprezzeranno, ma di certo è molto originale. Il vero ostacolo alla vittoira è a nostro avviso, Til It Happens to You” tratta da The Hunting Ground di Lady Gaga. Le altre canzoni come spesso accade alle canzoni nominate agli Oscar verranno presto dimenticate.

Miglior Montaggio Audio

sound editi

Sicario

Mad Max: Fury Road

The Martian (The Martian – Il sopravvissuto)

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

Star Wars: The Force Awakens (Star Wars: Il risveglio della Forza)

I film candidati sono tre di genere fantascientifico e quindi i più accreditati a vincere, un Western e un action/drama. La sfida sarà tra Mad Max: Fury Road e The Martian (The Martian – Il sopravvissuto) specialmente quest’ultimo ha una cura per l’audio davvero notevole.

Miglior Audio Mixing

sound mixing

Bridge of Spies (Il Ponte delle Spie)

Mad Max: Fury Road

The Martian (The Martian – Il sopravvissuto)

The Revenant (The Revenant – Il Redivivo)

Star Wars: The Force Awakens (Star Wars: Il risveglio della Forza)

In questa categoria Sicario lascia il posto a Il ponte delle spie, il resto dei nominati e identico alla categoria Montaggio Audio. E quindi chi vincerà l’una vincerà anche l’altra. Dispiace che in entrambe le categorie non sia presente Jurassic World.

Miglior Film Animato

animated

Inside Out

Anomalisa

Boy and the World

Shaun the Sheep Movie (Shaun, Vita da Pecora – Il film)

When Marnie Was There (Quando c’era Marnie)

Come ogni anno nella categoria miglior film animato è ricca di ottime opere. Quest’anno abbiamo anche Anomalisa, film animato non per tutti i tipi di spettatori, ma che l’Academy ha ritenuto giusto nominare. Ognuna di queste opere mostra grande abilità da parte dei suoi creatori e in alcuni casi anche nell’affrontare temi spesso distanti dai temi tratti dalla maggior parte dei film animati. La sorpresa potrebbe essere la vittoria di Anomalisa davvero un opera unica e originale.

Miglior Film Straniero

foreign mo

Mustang – France

Son of Saul – Hungary

Theeb – Jordan

A War — Denmark

Embrace of the Serpent — Colombia

Ben quattro film europei nella categoria Film Stranieri. Risulta assente, giustamente, un qualsiasi opera italiana. Infatti il 2015 la nostra attività creatrice non è stata delle più fertili e si sono realizzate opere abbastanza banali o pur interessanti mal sviluppate che difficilemente avrebbero interessato un pubblico straniero. Unica eccezione poteva essere Suburra di Sollima, ma l’eccezione non si è trasformato in nulla di concreto.

Miglior Documentario

docume

Amy

The Look of Silence

Cartel Land

What Happened Miss Simone?

Winter’s on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom

Miglior Corto Metraggio Documentario

doc short

Claude Lanzmann: Spectres of the Shoah

A Girl in the River: The Price of Forgiveness

Last Day of Freedom

Body Team 12

Chau

Miglior Cortometraggio

live short

Ave Maria

Day One

Everything Will Be Okay (Alles Wird Gut)

Shok

Stutterer

Miglior Cortometraggio Animato

oscar animetsd short

Bear Story (Historia de un Oso)

Prologue

Sanjay’s Super Team

We Can’t Live Without Cosmos

World of Tomorrow

Categorie
CinemaWideNews

Le Ultime Novità: