Bilancio di una stagione TV fatta di SuperEroi!

Saranno forse troppe o non bastano mai?

Qualche anno fa ci chiedevamo se il tema supereroi, al cinema e in TV, avrebbe stancato presto. Oggi, è ancora in continua ascesa e il fenomeno non sembra rallentare. In questo articolo mi occuperò di fare un quadro generale sull’andamento qualitativo (che è l’aspetto che ci interessa maggiormente) dei supereroi in TV. Se escludiamo la serie TV Gotham che non riguarda supereroi e non mi suscita alcun interesse (una serie dove esistono i cattivi di Batman senza Batman è alquanto ridicola, almeno nell’idea), le altre le ho seguite tutte. Ecco un breve riepilogo di quello che mi è piaciuto più e meno di ogni stagione andata in onda e poi un bilancio con i premi che assegnerei.
Sono state prese in considerazione le serie TV iniziate nel 2015.
Attenzione perché il seguente articolo contiene spoiler sulle serie TV: Arrow (23 episodi), The Flash (23 episodi), DC Legends of Tomorrow (16 episodi), Supergirl (20 episodi), Agents of SHIELD (22 episodi), Agent Carter (10 episodi), Daredevil (13 episodi), Jessica Jones (13 episodi).

Arrow

arrow_cover

Arrow è la serie che ha dato un po’ il via a tutto questo. La serie TV dedicata a Oliver Queen è stata apprezzata per come è stata scritta e per le tante e belle scene d’azione. Gli ascolti di Arrow ma sopratutto il fatto che la gente amasse in TV un supereroe snobbato nel mondo dei fumetti ha fatto nascere l’interesse delle Major di produrre serie TV su personaggi secondari o meno famosi dei fumetti.
La serie TV Arrow è arrivata alla sua quarta stagione, è la più anziana di tutte, e si denotano segni di stanchezza e di mancanza di idee. In questa quarta stagione ci sono evidenti errori di progettazione della trama. Su tutti il cattivo, che si sa è la cosa più importante. Damien Dahrk è un avversario troppo potente per chiunque in questa serie. Ci sono stati momenti in cui Dahrk poteva tranquillamente far fuori Oliver e non l’ha mai fatto per motivi futili. Viceversa Green Arrow ha avuto modo, un paio di volte, di metterlo al tappeto ma non l’ha mai fatto per debolezza (ha avuto il figlio, la moglie e pure l’idolo). Si è provato a recuperare il personaggio di Constantine e tutti abbiamo pensato che sarebbe stato fondamentale per il finale di stagione. Invece si è perso per strada. La paralisi di Felicity è stata una momentanea perdita di tempo. Il flashforward all’inizio che mostra la tomba (che scopriremo appartenere a Black Canary) non ha avuto nessun seguito per tutta la stagione se non quando l’abbiamo rivista. Normalmente quando si decide di inserire un flashforward la trama è costellata da piccoli indizi per permettere allo spettatore di mantenere vivo il ricordo della scena e di poter ipotizzare cosa è accaduto. Tutto ciò in Arrow è mancato.
Uno dei punti forti delle stagioni precedenti di Arrow è stato il suo passato e il racconto sviluppato attraverso i flashback che poi nel finale collegava il tutto per un epilogo con i fuochi d’artificio. In questa stagione invece è ben noto dopo poche puntate che qualcosa di magico è sull’isola (lo spiega anche Constantine), ma risulta tutto piatto fino alla fine. L’impressione è che sarebbero bastate due puntate per far vedere come funziona l’idolo, il resto è noia. Speriamo che la prossima stagione esprima meglio l’Oliver Queen che conosciamo e sopratutto i rapporti interpersonali con gli altri membri.

The Flash

flash_cover

The Flash alla seconda stagione stupisce sempre di più per gli innumerevoli collegamenti con la serie a fumetti e sopratutto per il modo in cui è costruita e scritta. I 23 episodi sono tutti di alta qualità narrativa. L’inserimento attivo di più mondi (Terra-2 e non solo) ha aperto scenari interessanti e intrecci, anche emotivi, che prima d’ora raramente si erano visti in una serie TV di tale lunghezza. Tutti i personaggi hanno il loro spazio narrativo e i misteri sono ben dosati per tutta la stagione. Decisamente promossa e non vedo l’ora di assistere alla prossima.

DC Legends of tomorrow

legends_cover

Questa serie nasce dal successo che hanno riscosso molti personaggi secondari delle serie Arrow e The Flash. Il mio scetticismo iniziale nel pensare che i personaggi fossero troppi da gestire tutti bene è passato dopo poche puntate e il dubbio sulla trama (in apparenza scontata) si è sciolto già al secondo episodio. Insomma Legend’s of Tomorrow mi ha stupito e stregato.
Il tema dei viaggi temporali affascina e qui è studiato bene e spiegato a livello elementare per non appesantire le discussioni tra i personaggi. Inoltre il tema dei viaggi in diversi periodi storici da brio e non rende simili tutte le puntate. Ma la cosa più bella è che i personaggi sono tutti ben caratterizzati, tutti hanno il loro spazio e le interazioni fra loro non sono mai banali. Una serie leggera, divertente che comunque non abbandona il drama dei protagonisti. Tutti disagiati e con problemi personali. Nella prossima stagione verrà introdotta La Justice Society of America, ovvero l’inizio della Justice League of America (JLA).

Supergirl

supergirl_cover

Supergirl è l’outsider delle serie fin qui commentate poiché è completamente ambientata in un altro mondo. Si incrocia con The Flash solo per richiamare pubblico (in un episodio abbastanza deludente). La stagione parte bene. Come ho più volte ribadito è una serie di supereroi diversa dalle altre per lo spirito da Bridget Jones che ha la protagonista. Inoltre un mistero avvolge il capo dell’organizzazione DEO Hank Henshaw che si rivela essere il marziano J’onn J’onzz e un mistero ancora irrisolto sulla scomparsa, presunta morte, del padre di Kara. I personaggi sono realizzati un po’ in maniera superficiale ma la storia funziona. Paradossale che in una serie da supereroi funzionino meglio le parti comiche che quelle action da supereroina di Supergirl. Le premesse c’erano tutte ma pian piano la storia si perde un po’. Nella prossima stagione si spera in qualcosa di meglio. La produzione forse introdurrà Superman nelle prime due puntate proprio per attirare più pubblico.

Agents of S.H.I.E.L.D.

shield_cover

22 episodi per la terza stagione di Agents of S.H.I.E.L.D. mi sono sembrati davvero tanti questa volta. Molto interessante tutta la prima parte con una buona costruzione per il futuro. La seconda invece dopo la sosta si è rivelata una delusione continua. Tutto un insegui e acchiappa senza ragionamenti e/o intrighi interessanti. Un cattivo che sembrava potente e indistruttibile si è rivelato più modesto di quello che pensavamo. Interessante ma non sfruttato a dovere il potere di Ward di avere i ricordi delle persone uccide. Deludenti anche i collegamenti con Captain America: Civil War. Il conflitto Iron Man/Captain America viene menzionato solo da Ward nella puntata successiva all’uscita al cinema del film Marvel. Nelle prime due stagioni la forza della serie è sempre stata nel “Tutto è connesso” e quets’anno è venuta incredibilmente a mancare. Nella prossima stagione mi piacerebbe vedere Nick Fury come personaggio stabile della serie, ma per essere possibile dovrebbero rimpiazzare il cachet di Samuel L. Jackson con un attore meno caro.

Agent Carter

losangeles

Seconda e ultima stagione. Gli ascolti non hanno premiato gli sforzi della Marvel per una serie diversa dalle altre ambientata nel dopoguerra. La prima stagione era stata una bella sorpresa. Tra azione e spionaggio aveva colpito nel segno. L’errore di questa seconda stagione sta nel volersi uniformare alle altre. La materia nera riconducibile a quella vista in Agents of S.H.I.E.L.D. e un budget evidentemente ridotto non giovano alla serie che avrebbe dovuto avere ancora un taglio spionistico e noir. Peccato.

Daredevil

daredevil_cover

Forse è la miglior serie Marvel mai prodotta come intensità nel dramma e nella narrazione. Ha avuto nella prima stagione il miglior cattivo mai visto in una serie TV, sia per interpretazione di Vincent D’Onofrio che per coerenza e forza d’animo. Un cattivo come si deve, con delle battute belle e che non ha mezzi termini. Purtroppo nella seconda stagione viene a mancare un vero cattivo. L’atmosfera infatti, cambia quando Vincent D’Onofrio fa la sua apparizione innalzando il livello della puntata! Da brividi.
L’introduzione del Punitore e di Elektra e delle problematiche sentimentali di Matt però funzionano e forniscono il giusto spessore alla serie che non è al livello delle prima ma è comunque un gran bel vedere. Il Punitore ha una buona introduzione e la diatriba sull’uccidere o non uccidere con Daredevil è sempre attuale anche se di fatto può stancare. Elektra invece ha la parte più interessante e misteriosa. Il personaggio è studiato bene e spero di vederla ancora in azione.
L’apprezzamento dei fan per Daredevil e per le sue tematiche drammatiche e violente ha scatenato i produttore che hanno tirato fuori la serie su Jessica Jones e nel prossimo futuro vedremo anche una serie su Luke Cage, Iron Fist e il Punitore.

Jessica Jones

jj_cover

La serie dedicata al personaggio di Jessica Jones è particolarmente ben fatta. Tutto è costruito attorno a una ragazza che ha subito un trauma e non riesce a superarlo. Il fatto che abbia i superpoteri è praticamente ininfluente nella trama psicologica costruita per la prima stagione. Molti hanno etichettato Killgrave come il miglior cattivo di una serie TV. Ma per me il migliore resta Wilson Fisk. Killgrave è un cattivo fantastico con un potere immenso che però durante il finale di stagione sconfessa un po’ il suo essere sempre un passo davanti tutti e viene sconfitto forse per amore ma anche per tanta disattenzione e noncuranza. In ogni caso una prima stagione densa e ad altissimi livelli.

E ora ecco alcuni premi che assegnerei.

Miglior attore protagonista

routhday-154406Non era una scelta facile, perché mi sono piaciuti molto Gran Gustin (Barry Allen in The Flash), Wentworth Miller (Leonard Snart/Captain Cold) e Jon Bernthal come The Punisher. Ma la mia scelta è caduta su Brandon Routh che ha interpretato Ray Palmer/Atom in DC Legends of Tomorrow. L’attore si è calato perfettamente nella parte, che aveva già interpretato in Arrow, rendendo il personaggio credibile e vero. Tra tutte le serie è il suo il personaggio con il quale si crea più empatia. Inoltre questa è una vera e propria rivincita per l’attore scartato da Hollywood dopo il deludente Superman returns.

Miglior attrice protagonista

hayley-atwell-3Non è stato difficile scegliere Hayley Atwell che ha interpretato Peggy Carter probabilmente per l’ultima volta e non certo per demeriti suoi. L’attrice inglese si distingue per stile e carisma. Dimostra inoltre una innata capacità di adattarsi a gag comiche. Spero di vederla in futuro sul grande schermo, ma sono sicuro che tornerà presto in TV con un’altra serie.

Miglior attore non protagonista

kingpinVi ho già espresso la mia ammirazione per Vincent D’Onofrio e seppure abbia una presenza minima nella seconda stagione di Daredevil questa si fa sentire eccome. Segna l’inizio di Kingpin che dovremmo vedere nel prossimo film Marvel Spider-Man Homecoming e ovviamente nella prossima stagione di Daredevil.

Migliore attrice non protagonista 

"Livewire" -- When an accident transforms a volatile CatCo employee into the villainous Livewire, she targets Cat (Calista Flockhart, pictured) and Supergirl, on SUPERGIRL, Monday, Nov. 16 (8:00-9:00 PM, ET/PT) on the CBS Television Network. Photo: Darren Michaels/Warner Bros. Entertainment Inc. © 2015 WBEI. All rights reserved.

La miglior attrice non protagonista è Calista Flockhart che in Supergirl interpreta la spietata (non poi così tanto) Cat Grant. Nonostante gli sceneggiatori non siano riusciti a sviluppare meglio un personaggio con del potenziale come il suo. Lei occupa la scena in maniera eccelsa e dimostra di conoscere il mestiere.

Miglior personaggio maschile protagonista

Legends-Of-Tomorrow-Atom-Brandon-RouthIn questo caso si conferma la scelta di Ray Palmer. Un personaggio diverso da tutti gli altri all’interno della sua serie. Un personaggio sempre positivo con la battuta sempre pronta e una parte sentimentale da non sottovalutare. Mi piaceva in Arrow e mi piace ancora di più in DC Legends of Tomorrow anche grazie, come già scritto, all’interpretazione convincente di Brandon Routh.

Miglior personaggio femminile protagonista

landscape-1448732856-jessica-jonesIl non essere una supereroina in una serie di supereroi fa guadagnare il premio come miglior personaggio femminile protagonista proprio a Jessica Jones interpretata da Krysten Ritter. Un personaggio portato in vita dai fumetti in una dimensione perfetta con umore e comportamenti quasi da Dottor. House. Salva la gente essendo estremamente antipatico. Jessica Jones è più dolce di House e ha una forza d’animo incredibile anche se, e questo è il bello, sembra possa crollare in qualsiasi momento. Menzione per Sara Lance/White Canary interpretata da Caity Lotz. Il suo personaggio è uno dei più incerti tra tutte le serie. Non sappiamo cosa aspettarci da lei e sopratutto durante tutta la stagione cresce e migliora la sua posizione all’interno del gruppo. Con le dovute distanze è la Jessica Jones dell’Universo DC.

Miglior personaggio maschile co-protagonista

lead_960Personaggi molto interessanti e ben fatti come Jarvis (Agent Carter) e Cisco Ramon (The Flash) non sono migliorati molto nelle nuove stagioni. Prima di annunciarvi il vincitore farei una menzione speciale per Fitz che in Agents of SHIELD è migliorato parecchio e da ragazzino impaurito adesso è un uomo forte e coraggioso. Però non si può non premiare come miglior personaggio maschile co-protagonista Frank Castle/The Punisher interpretato da Jon Bernthal. Il personaggio è introdotto bene e mostra un potenziale enorme. La sua spietatezza esalta il pubblico e l’essere un “pazzo” (passatemi il termine) a piede libero restituisce incertezza al pubblico su quello che il personaggio farà o meno nel suo percorso. Il mistero che lo ha avvolto durante la stagione lo ha reso ancora più misterioso e interessante.

Miglior personaggio femminile co-protagonista

Elodie-Yung-as-Elektra-in-Daredevil-Season-2C’è poco da pensare in questo caso. La scelta cade su Elektra (interpretata da Élodie Yung). Un personaggio misterioso che più del Punitore è riuscito a entrare nella seconda stagione di Daredevil in maniera naturale. La sua presenza riguarda presente e passato e i ricordi di Matt si uniscono ai suoi. Il suo essere super e in qualche modo un’arma incredibile, il suo modo di combattere il crimine e di stare in una zona grigia rende il personaggio uno dei più belli e sopratutto rimane tanta voglia di rivederla sul piccolo schermo. Menzione speciale per Trish Walker di Jessica Jones: un personaggio forte e determinato.

Miglior Cattivo

The-Flash-Legends-of-Tomorrow-Vandal-SavageCome miglior cattivo calato nella storia e nella trama la scelta è caduta su Vandal Savage interpretato da Casper Crump in DC Legends of Tomorrow. Meritano una menzione Zoom di The Flash, ma purtroppo verso fine stagione sembra sempre più debole al contrario di un inizio fulminante, Nobu di Daredevil che però non è protagonista al 100% e ovviamente Killgrave che però non mi è piaciuto nel finale di stagione, con un andamento simile a quello di Zoom si mostra sempre più vulnerabile e si fa fregare alla fine in maniera imprudente contraddicendo il comportamento del suo personaggio per tutta la stagione.
Vandal Savage invece è cattivo fino al midollo dall’inizio alla fine. Il suo amore per Kendra non gli fa perdere di mira il suo obiettivo ed è particolarmente interessante vedere come nelle varie epoche la sua malvagità abbia preso forma. Lo scienziato pazzo, l’assassino, il dominatore di mondi. Un cattivo che non si fa fregare facilmente e spesso si mette in prima linea per combattere i suoi nemici senza inviare stupidi scagnozzi. Un cattivo con un solo punto debole (poteva essere ucciso da Kendra con uno degli oggetti dell’antico Egitto) che il team di eroi non è riuscito a sfruttare. Sconfitto per un grande gioco di squadra e non per demeriti suoi.

Miglior gruppo

dcs-legends-of-tomorrowIl miglior gruppo in una serie TV è senza dubbio quello di DC Legends 0f Tomorrow. I personaggi più di quelli di Arrow e The Flash collaborano all’unisono. Ognuno ha un compito e un’abilità specifica al servizio del Team. Anche i risvolti interni sono interessanti. Le relazioni e i tradimenti.

 

 

 

Miglior trama

the-flash-banner

Indubbiamente quella di The Flash è la più costruita e la meno scontata. Ha un eccellente equilibrio tra drama, action e comedy e nonostante duri ben 23 episodi, la stagione non è mai noiosa.

Miglior colpo di scena

_1458690292Che su Terra-2 il padre di Barry Allen fosse imprigionato l’avevamo pensato tutti, quindi non vale proprio come colpo di scena. Che Jay fosse Zoom viene scoperto da Cisco senza nessun climax. Direi che nessuno si aspettasse nel finale di Daredevil la morte di Elektra. Seppure molto probabilmente tornerà in vita, la scena e l’addio con Matt è fatto molto bene. La morte di Elektra durante la battaglia finale mi ha fatto sussultare dal divano. A voi?

 

Miglior scena WTF (what the fuck?)

Un po’ quando esclamate “ma che c*** sta succedendo?” Tutti aspettavamo al banco degli imputati la testimonianza di Frank Castle. Aspettavamo un suo serio e difensivo racconto e invece… Frank inizia a urlare all’impazzata minacciando di uccidere tutti, gridando che è stato lui a uccidere quegli uomini e che lo rifarebbe mille volte. Una scena proprio da WTF, inaspettata e decisamente ben costruita!
L’ottavo episodio della seconda stagione di Daredevil avrà lasciato tutti con la bocca aperta.

Miglior scena drammatica

Per intensità, recitazione e dialoghi ho scelto come miglior scena drammatica l’incontro/scontro tra Killgrave e i suoi genitori nella nona puntata. Si scopre cosa è successo da piccolo a Killgrave e vedere una madre disposta a uccidere il figlio è una scena molto forte. In questo contesto Killgrave sembra essere nudo, scoperto nelle sue emozioni; l’abbiamo sempre visto con il controllo su tutto e in questa scena sembra davvero non avere la situazione in mano.

Kilgrave-begging-glass

 

Miglior Cliffangher

The-Flash-TV-Dead-Barry-KilledVi sarà capitato tante volte di rimanere a bocca aperte per un finale di puntata pensando “e adesso?” Beh questo è un cliffhanger che non fa altro che farci desiderare di vedere il prossimo episodio. Questa forse è stata la scelta più difficile da fare poiché sono davvero tanti. Ho scelto quello dell’apparente morte di Barry Allen nel ventesimo episodio di questa seconda stagione. L’esperimento fallito lo disintegra con un utilizzo ottimale degli effetti speciali. Sappiamo tutti che non può essere morto per davvero, ma non sappiamo nemmeno cosa gli sia successo e cosa succederà dopo! Una scena bellissima.

 

Miglior episodio

1200Colpevole come il peccato, ottavo episodio della seconda stagione di Daredevil. Un episodio intenso e pieno di rivelazioni e scene incredibili. Un episodio completo sotto tutti i punti di vista. Daredevil ed Elektra combattono contro la mano in uno scontro con una coreografia bellissima. Stick li salva ma contemporaneamente mette in crisi il loro rapporto rivelando che Elektra ha sempre lavorato per lui. Frank Castle al banco dei testimoni è stato incredibile segnando l’inizio della fine di “Nelson & Murdock” e ciliegina sulla torta alla fine vediamo Wilson Fisk! 10 e lode.

 

Miglior Finale

Il Finale di stagione di The Flash è a dir poco apocalittico. Nella corsa di Flash vs Zoom, Barry stupisce tutti sdoppiandosi e uccidendo il suo alter ego. Zoom riesce a uccidere il padre di Barry in una scena bellissima nella vecchia casa degli Allen e Barry in un momento di puro egoismo e di arrabbiatura sceglie di salvare sua madre tornando nel suo passato al momento dell’omicidio. Questo cambia tutto quello che abbiamo visto nelle prime due stagioni e apre scenari completamente diversi e nuovi per l’intera serie. Un colpo di genio che potrebbe far durare ancora per tanto tempo la serie. Nel complesso una puntata che fa mancare il fiato e che nasconde ben più di quello che mostra e dimostra invece che gli sceneggiatori hanno le idee ben chiare sul futuro. Incredibile.

the-flash-223-synopsis

Migliori effetti speciali

The-Flash-visual-effects-real-with-GroddNon deve essere facile avere un tizio che corre per tutta la puntata. Figuriamoci quando sono due! In più The Flash conta di tantissimi personaggi con poteri particolari. Abbiamo assistito anche a un gorilla e uno squalo gigante e aperture di portali e mondi diversi. Direi che si merita appieno il premio miglior effetti speciali.

Migliori costume

Tutti i costumi principali sono stati fatti bene e curati nei dettagli. Anche le evoluzioni da una stagione all’altra si notano e in molti casi il costume è fondamentale per il supereroe. Ma per il costume quest’anno premio quello di un cattivo che mi ha affascinato fin da subito sopratutto per una maschera bellissima e gli artigli nei guanti sono un’arma utilissima per il personaggio. Si tratta del costume di Zoom di The Flash.

the-flash--stagione-2_notizia

Miglior serie

È stata una stagione interessante per tanti motivi. Le serie in evidente crisi sono quelle che hanno più stagioni alle spalle. Le nuove sono piaciute praticamente tutte, ognuna ha il suo ruolo all’interno della settimana. Nel complesso la miglior serie dell’anno dei TV-Comics è THE FLASH

flash_ver13_xlg

Fatemi sapere le vostre classifiche! Seguite WideMovie su tutti i social network per restare sempre connessi con la passione per il cinema e le serie TV!

Categorie
Serie TVWideNews

Le Ultime Novità: