Cafè Society – la Recensione in anteprima!

La recensione di Cafè Society, il nuovo film scritto e diretto da Woody Allen

Abbiamo visto in anteprima Cafè Society, ecco la nostra recensione.

È ambientata nel 1930 la storia d’amore agrodolce di Cafè Society, scritta e diretta da Woody Allen, che segue il viaggio di Bobby Dorfman (Jesse Eisenberg) dal Bronx, dove è nato, a Hollywood, dove si innamora, per poi tornare nuovamente a New York, in cui viene travolto nel mondo vibrante della vita dei locali notturni dell’alta società.

14362615_1807050279513528_3268821928113355286_o

Jesse Eisenberg è Bobby Dorfman in Cafè Society

Woody Allen ci regala un’altra perla. Non proprio perfetta, ma pur sempre una perla. Il film racconta la storia di Bobby, Jesse Eisenberg, che lascia la famiglia ebrea a New York per cercare fortuna a Los Angeles, cercando di costruirsi un futuro diverso e distaccato da quello del padre gioielliere. Si ritrova così a lavorare per suo Zio Phil, Steve Carrell, in un’agenzia di talenti e dopo aver quasi fatto l’amore con una esilarante “puttana ebrea”, Candy, interpretata da Anna Camp, incontra Veronia “Vonnie”, Kristen Stewart, la segretaria dello zio. All’inizio tra i due c’è solo amicizia, almeno da parte di lei, quasi si trasferiscono a New York insieme. Il fato però condurrà Bobby a un’altra Veronica, Blake Lively, e gli farà finalmente conoscere la Cafè Society…

14352014_1807049679513588_4766687421808751723_o

Blake Lively è Veronica Hayes in Cafè Society.

Una commedia drammatica, di cui potete guardare la prima clip qui, che non mancherà nel lasciare qualche citazione nel vostro cuore. Come ad esempio quella che riguarda il celebrare la vita proprio perché non ha senso, piuttosto che cercare di trovarne uno.
Un Woody Allen che conquista, grazie alle atmosfere affascinanti dalle luci soffuse e al tempo stesso sfavillanti della Hollywood degli anni ’30; una Hollywood dove già si insinua il nepotismo, Bobby inizia a fare carriera perché nipote di Phil, non per qualche sua dote particolare. Infatti non è neanche quello che si definirebbe un tipo sveglio, anzi è trattato parecchio maluccio da Vonnie, il suo primo amore, ma lui sembra non accorgersene.

14372335_1807049849513571_4516458774422875013_o

Kristen Stewart, Vonnie, e Jesse Eisenberg, Bobby Dorfman, in Cafè Society.

Il personaggio di Esinberg ha una parlantina nevrotica, cosa che gli riesce benissimo, sembra un ruolo cucitogli addosso, è accondiscendente e ingenuo. Anche la Stewart convince in questo ruolo. Vonnie è l’eterna sognatrice, che si trova perennemente in uno stato di confusione riguardo a chi appartenga il suo cuore. Meravigliosi Steve Carell e Corey Stoll nei loro rispettivi personaggi. Vince facile anche Blake Lively, il cui personaggio si vede poco e quelle rare volte in cui appare le basta sorridere per illuminare la scena.

14361276_1807050422846847_4463033219158718793_o

Steve Carell in Cafè Society.

Il film segue la vita di Bobby quindi con l’aiuto della voce narrante di Woody Allen che accompagna alcuni flashback inseriti a puntino nell’interno della narrazione, rendendola più lenta, ma anche più interessante allo stesso tempo.

Commovente, ma a tratti esilarante, Cafè Society è un film a sfondo romanzesco, che ci accompagna in un viaggio tra uomini d’affari dalle tinte pastello nei palazzi lussuosi di Hollywood, alle liti e le tribolazioni di una famiglia modesta del Bronx, e dalla violenza dei gangster di New York, ai lustrini, la superficialità ed i segreti scandalosi dell’alta società di Manhattan.
Con Cafè Society, Woody Allen evoca il mondo degli anni ‘30 per raccontare una storia profondamente romantica sui sogni che non muoiono mai.

Unica pecca negativa del film è il fatto che non abbia una vera e propria conclusione. Vi lascerà quasi con l’amaro in bocca, ma dopotutto la vita non è un fatto di conclusioni.

Vi lascio con il trailer del film, dal 29 settembre al cinema.

Cafe Society di Woody Allen – Primo Trailer Italiano

 

Categorie
RecensioniWideNews

Le Ultime Novità: