Guardiani Della Galassia Vol 2 recensione in anteprima!

da domani nelle sale

Guardiani Della Galassia Vol 2 sarà da domani nelle sale italiane, una settimana prima dei cugini statunitensi.

Ecco la recensione in anteprima del nostro inviato Luchino Brigatti!
Secondo capitolo per la squadra di eroi spaziali di Casa Marvel, anche questo, come il primo film è diretto magistralmente da James Gunn. Peter Quill e amici dovranno salvare nuovamente la galassia da qualcosa di ben peggiore rispetto a Ronan l’Accusatore, villain del primo capitolo.

I Guardiani della Galassia hanno una loro fama e vengono assoldati dal regno di Sovereign, un pianeta dove tutti i suoi dorati abitanti sono creati geneticamente e rasentano la perfezione, il popolo è guidato da Ayesha, la Grande Sacerdotessa, interpretata da Elizabeth Debicki (The Night Manager). Accetteranno una missione che li vedrà scontrarsi contro un mostro galattico, il tutto con un dispiego di effetti speciali che vi terrà incollato alla poltrona.

Finalmente Peter conoscerà suo padre Ego, interpretato da Kurt Russel, uno dei celestiali dell’Universo.
Tutto il film ha come colonna portante il rapporto che c’è tra di loro, come vivono la loro condizione di squadra, i sentimenti che ognuno di loro prova per gli altri e gli atteggiamenti che si creano all’interno di un gruppo di persone. Peter sarà molto preso da questo nuovo rapporto con il suo ritrovato padre, ma questo potrebbe portare squilibri all’interno del gruppo.

Un tassello importante da non sottovalutare è il forte spessore che viene dato a Yondu e Nebula, finalmente sono stati messi dei tasselli importanti a due personaggi che hanno avuto poco spazio nel primo film.

Capitolo 3D

Personalmente non lo amo affatto perché porto gli occhiali e mi da davvero fastidio, però questa volta posso ammettere che è ben bilanciato e non troppo invasivo, di particolare effetto in due scene, dove permette allo spettatore di immergersi all’interno della storia.

 

Conclusioni

Un film che consiglio di vedere al cinema. Riesce a equilibrare la componente umoristica, cosa che nel primo film era sempre ben presente, a una componente estremamente sensibile e personale dei singoli personaggi. Non nascondo di essermi commosso.
Non potervi raccontare con più dettagli quanto io abbia apprezzato questo film mi sta dilaniando, ci sono personaggi e situazioni che vi vorrei descrivere per farvi capire meglio a cosa andate incontro, ma forse è meglio così, è un film che va visto. Ed è in pieno stile Marvel Studios, quindi adatto a tutta la famiglia.

La colonna sonora anche questa volta è di alto livello, (ho già ordinato il CD).

Poste Conclusioni (Post Credits)

E ora quello che stavate aspettando, le fantomatiche scene post credits, ebbene sì, sono la bellezza di cinque questa volta, ma solo una di loro vi farà “schizzare i calzini dai piedi”. Chissà se sarete in grado di “cogliere” realmente il significato di quella scena. Fatemelo sapere.

Luchino Brigatti

Categorie
Cine-ComicsRecensioniWideNews

 Iscriviti alla nostra Newsletter:  

Le Ultime Novità: