EMOJI – ACCENDI LE EMOZIONI: La recensione in anteprima

ACCETTARE IL PROPRIO IO NEL MONDO DIGITALE DEI CELLULARI

EMOJI – ACCENDI LE EMOZIONI: La recensione in anteprima
ACCETTARE IL PROPRIO IO NEL MONDO DIGITALE DEI CELLULARI

Messaggiopolis, una vivace città in cui vivono le app di messaggistica, è il luogo dove tutte le emoticon attendono e sperano di essere selezionate dal proprietario dello smartphone. Tutte le emoji sono dotate di una sola espressione facciale ad eccezione di Gene, nato con molteplici espressioni, il quale determinato a vivere un’esistenza normale, elabora un piano per risalire al Codice che l’ha generato facendosi aiutare dall’amico Gimme-5 (un’emoji la cui fama è andata svanendo nel tempo) e dall’hacker Rebel, che in cambio chiede di essere aiutata ad infrangere un firewall per fuggire per sempre dallo smartphone. I tre si imbarcheranno in un avventuroso viaggio tra app per trovare il Codice che potrà risolvere il problema di Gene. Passando da un’applicazione all’altra, saranno costretti a rivedere i loro propositi, quando un pericolo maggiore minaccerà l’intero telefono e il destino di tutte le emoticon e del loro universo.

Al centro della storia vi è lo smartphone di un adolescente, Alex, con il suo contenuto, ovvero un insieme di app e mondi sommersi. La comunità formata dalle emoji , ha un unico scopo: quello di aiutarlo a comunicare ed esprimersi al meglio. Ognuna di queste ha un solo significato ed una sola espressione, al di là di come questa emoji si senta davvero. Smiler, capo di Messaggiopolis, sorride ad ogni occasione, anche nei casi in cui si sente triste o amareggiata. In questo contesto, ovviamente, Gene rappresenta un’anomalia dal momento che è l’unica emoji a non essere monofacciale; il suo viaggio, quindi, per risalire al Codice che l’ha generato, diventa una metafora di vita per chi si sente diverso dagli altri, una celebrazione delle diversità e degli stili di vita non allineati.

Con le musiche di Patrick Doyle, il film pone l’attenzione sull’uso che gli esseri umani fanno nel mondo attuale, delle nuove tecnologie. Gli uomini, in un mondo sempre più connesso, abbattono tutte le barriere del linguaggio ricorrendo a quella che purtroppo viene definita la “nuova lingua”: le emoji, le faccine colorate alle quali si ricorre illudendosi che possano veramente sostituire quello che si vuole comunicare o peggio ancora, un sentimento!

Categorie
RecensioniWideNews

Le Ultime Novità: