Un sogno chiamato Florida – la recensione in anteprima

Il mondo visto dall’ingenuità dei bambini

Il mondo visto dall’ingenuità dei bambini

Moonie, Scooty e Jancey vivono in Florida, in una zona degradata, vicinissima alla gioiosa e spensierata Disneyland che trabocca benessere. I tre piccoli amici che hanno circa sei anni, nonostante vivano un precario quotidiano, riescono a trasformare la loro realtà in una costante avventura. Vivono alla periferia della Florida, in quei terrificanti coloratissimi ma squallidi motel, dove le mamme, in quanto i padri sono del tutto assenti, non hanno un lavoro stabile, vivono alla giornata, bevono, fumano e si danno alla prostituzione per poter vivere. Non possono definirsi madri snaturate in quanto amano i loro figli e a loro modo cercano di tenerli lontani dai pericoli che si aggirano implacabili, ma Halley, la giovane mamma di Moonie, cammina pericolosamente sul filo divisorio fra legalità e crimine.

Il regista, nonché sceneggiatore e montatore del film, Sean Baker, affronta la storia di “Un sogno chiamato Florida”, senza pietismi e con forte allegria, cercando di scegliere il punto di vista dei bambini, lavorando con eccellenza sul contrasto visivo dei vivaci colori, esistenze miserabili e quel mondo di fantasia in cui vivono i suoi abitanti più poveri.
Scotty, Jancey e soprattutto Moonie vivono ogni difficoltà come un’occasione per creare scompiglio e riderne senza fine, anche se non c’è nulla da ridere per i loro atti vandalici e per le situazioni senza speranza che vivono le loro madri. Backer identifica correttamente lo spirito dei tre bambini e in esso l’unica possibilità di salvezza, l’unico filtro ad una realtà intollerabile. Il regista regala al cinema una di quelle storie destinate a restare impresse nel cuore e negli occhi dello spettatore. Un film che si ama da subito, reso ancora più memorabile dalla stupefacente interpretazione della piccola Brooklynn Prince, già definita l’attrice rivelazione dell’anno, ben coadiuvata da uno dei migliori Willem Dafoe di sempre che per questo film ha ricevuto anche una nomination agli Oscar.

Categorie
Recensioni

Le Ultime Novità: