Harry Potter, il nostro racconto della mostra evento a Milano

aperta fino al 9 settembre

HARRY POTTER MOSTRA – Un giorno a Hogwarts

 

Sarà un’estate magica per tutti i Potterhead, i fan di Harry Potter, italiani: dal 12 maggio al 9 settembre la magia del mondo creato da J.K. Rowling arriva a Milano, alla Fabbrica del Vapore con Harry Potter The Exhibition.

All’interno della mostra i fan del maghetto potranno osservare tutti gli oggetti di scena più curiosi, i costumi e vivere un’esperienza… magica!
Tutto comincia, come da tradizione, venendo smistati in una delle casate di Hogwarts, la scuola di Magia e Stregoneria inglese: Tassorosso, Corvonero, Serpeverde e Grifondoro.
Ogni casata richiede delle caratteristiche precise: ai Grifondoro è richiesto coraggio e nobilità d’animo – è la casa a cui appartiene Harry Potter – ai Serpeverde ambizione e intraprendenza – è la casa a cui appartiene Draco Malfoy e a cui è appartenuto Lord Voldemort – ai Tassorosso pazienza, lealtà e giustizia mentre ai Corvonero intelligenza, creatività, apprendimento e saggezza.

Una volta smistati si procede in un’altra sala dove si vive in tempo record tutta l’esperienza cinematografica di Harry Potter, con i momenti più importanti proiettati sullo schermo: l’ideale per immergersi ancora di più nel magico mondo di Harry Potter… per lasciarsi trasportare dall’Hogwarts Express, il treno con cui i piccoli maghetti raggiungono la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

Dopo essere entrati nel mood inizia la mostra vera e propria: ad accoglierci l’immancabile Signora Grassa, il quadro che permette ai piccoli Grifondoro di entrare nella loro casa comune. Ad accoglierci, gli oggetti di scena utilizzati da Emma Watson, nei film Hermione Granger: dalla sua bacchetta, ai suoi libri, ai costumi di scena indossati da Emma nel corso degli anni.
Ammiriamo poi gli insoliti oggetti di Luna Lovegood, interpretata nei film da Evanna Lynch, e di Neville Paciock, ritratto sul grande schermo da Matthew Lewis: dalle loro bacchette alle scarpe indossate al Ballo del Ceppo, il tradizionale ballo che vede protagonisti gli studenti di Hogwarts durante la manifestazione del Torneo Tre Maghi.
“Perché Weasley è il nostro re, ogni due ne manca tre.”
Passiamo poi nella stanza di Harry Potter, interpretato da Daniel Radcliffe, e Ron Weasley, Rupert Grint sul grande schermo e possiamo ammirare i loro letti, i loro abiti e perfino l’Uovo di Drago, d’oro eh, che Harry recupera durante la prima prova del Torneo Tre Maghi.

Dalle stanze alle aule: una volta passata la camera di Harry e Rona arriviamo nelle aule di Difesa contro le Arti Oscure, con l’armadio che ha ospitato il molliccio e si i dipinti di Gildreoy Allock, l’aula di Pozioni che esponi degli strani e inquietanti intrugli tra le bacchette dei professori che hanno tenuto quella cattedra.

Dalle inquietanti creature, al rosa e ai gattini della stanza di Dolores Umbridge, professoressa di Difesa Contro Le Arti Oscure al quinto anni di scuola di Harry Potter, diventata poi consigliera del Primo Ministro. Osservate bene gli oggetti esposti sulla cattedra, noterete una foto splendente del Primo Ministro della Magia Cornelius Caramel, immancabile. Passando per Divinazione, arriviamo nell’aula di Erbologia e preparatevi: potete travasare una Mandragola, fate attenzione però al suo pianto, potrebbe farvi svenire.
Se sopravviverete al pianto illesi volerete poi sul campo di Quidditch per ammirare le divise dei più grandi giocatori e per provare voi stessi a lanciare una Pluffa.
Niente però vi preparerà alla capanna di Hagrid, dove dovrete fare attenzione a un particolare sulla tavola e vi sentirete a casa, per poi essere catapultati nella Foresta Nera tra ragni giganti e draghi!

 

Passata la Foresta Nera si entra nel tenebroso e affascinante mondo della magia Oscura: dai ricordi della prima avventura da adolescente di Harry Potter contro Lord Voldemort alla ricerca de La Pietra Filosofale, ai costumi dei Mangiamorte – i seguaci di Lord Voldemort – , a tutti gli Horcrux – gli oggetti in cui il Signore Oscure ha inserito parte della sua anima per cercare di sfuggire alla morte. Facendo particolare attenzione, vicino a questi, si potrà sentire la voce del Signore Oscuro che vi parla come ha fatto con Harry Potter e tutti i partecipanti della seconda Battaglia di Hogwarts nell’ottavo film della saga.

 

Non rimaniamo a lungo nell’oscurità, spostiamoci dopo aver ammirato tutti i dettagli della Tomba della famiglia Riddle, il nome da Babbano di Lord Voldemort, nella Sala Grande di Hogwarts, tra i pasticcetti svenevoli dei gemelli Weasley, la Coppa Tre Maghi, il tavolo riccamente decorato allestito per Il Ballo del Ceppo e gli abiti indossati durante questo dal nostro Trio di maghi preferito. Ammiriamo anche tutti e tre i Doni della Morte finalmente riuniti vicino a due guardiani d’eccezione: Fanny – la fenice di Albus Silente – e Dobby – l’ex elfo domestico della famiglia Malfoy.

 

Termina così la nostra giornata all’interno del magico mondo di Hogwarts, una passeggiata all’interno della Harry Potter: Exhibition che ha riportato alla mente ricordi, emozioni, sensazioni della saga cinematografica più amata del mondo, che ancora oggi riesce a emozionare grande e piccoli e che viene trasmessa di generazione in generazione, senza stancarsi mai di affascinare il prossimo.

Gallery

Categorie
NewsRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: