Bohemian Rhapsody: Rami Malek è strepitoso, Recensione in Anteprima #1

La favola di Freddie, l’uomo che fece i Queen
Bohemian Rhapsody recensione
Bohemian Rhapsody

Bohemian Rhapsody: La recensione in anteprima
La favola di Freddie, l’uomo che fece i Queen

Farrokh Bulsara, ribelle al ruolo in cui la sua famiglia, immigrata nel Regno Unito da Zanzibar, vorrebbe tenerlo, usa il solo mezzo che ha per realizzare ciò che vuole: la sua voce. Si propone così come cantante agli Smile, una band formata dal batterista e voce, Roger Taylor e dal bassista, John Deacon, cambia il suo nome in Freddie Mercury e fa nascere i Queen, una nuova famiglia, l’unica in cui Freddie si senta a casa, che dai club locali esplodono fino al Live Aid di Wembley nel 1985.

Bohemian Rhapsody live aid

Bohemian Rhapsody

Bohemian Rhapsody Vita vera o solo fantasia?

La storia vera può essere raccontata come cronaca, rimanendo fedeli alla realtà o come dramma, enfatizzando i fatti veri con immagini suggestive; ma ancora può essere descritta come un sogno, facendo emergere la realtà come un quadro surrealista.
Le straordinarie musiche dei Queen fanno naturalmente da filo conduttore, e la prima parte del film è una coinvolgente carrellata di momenti-chiave per la carriera del gruppo: l’incontro, il primo concerto con la nuova formazione, la creazione del logo, il primo contratto, la prima apparizione televisiva a ‘Top of the Pops’, nella quale vediamo il gruppo lamentarsi delle regole della BBC che impongono un’esibizione in playback.

La struttura di Bohemian Rhapsody è circolare: si apre e si chiude al Live Aid, apice della popolarità per quei quattro ragazzi sempre impegnati a difesa della propria diversità artistica prima di tutto il resto.
Il protagonista, Rami Malek è strepitoso, il palco è tutto suo e tenerlo come faceva lui non è da tutti. Non sempre è facile indossare certi panni, fedelissima e memorabile la scena in cui il giovane Freddie, per la prima volta sul palco, manomette l’asta del microfono ricavandone quel moncherino che diventerà l’”attrezzo di scena” per eccellenza della futura icona rock.

Bohemian Rhapsody il gruppo dei queen

Bohemian Rhapsody

Bohemian Rhapsody regala allo spettatore la giusta rappresentazione di un artista che ancora oggi non ha eguali, un manifesto artistico che riconosce la giusta gloria a colui che viene spesso ricordato solo per la sua tragica fine. Costruendo un ritratto umano emotivamente coinvolgente, ce lo mostra in tutta la sua sofferta solitudine e nell’umanità nascosta dietro le paillettes e gli eccessi, il legame indissolubile che lo univa a chi mostrava un reale interesse per la persona e non per il personaggio.

Bohemian Rhapsody: Final Trailer Ufficiale italiano del film sui Queen

Scriveteci cosa ne pensate di Bohemian Rhapsody e continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook, WideMovie.it.

Categorie
CinemaRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: