Se Son Rose di Leonardo Pieraccioni, la conferenza stampa

Se Son Rose di Leonardo Pieraccioni, abbiamo partecipato alla conferenza stampa tenutasi a Roma con il regista italiano. Al termine dell’anteprima cinematografica di “Se Son Rose” di Leonardo Pieraccioni,...
Se son rose
Se son rose

Se Son Rose di Leonardo Pieraccioni, abbiamo partecipato alla conferenza stampa tenutasi a Roma con il regista italiano.

Al termine dell’anteprima cinematografica di “Se Son Rose” di Leonardo Pieraccioni, si è svolta la relativa conferenza stampa, che si è aperta, a poche ore dalla notizia della scomparsa di Bernardo Bertolucci, con un logico e doveroso ricordo ad uno dei maggiori maestri e poeti del cinema italiano. Tracciando una linea immaginaria tra gli autori e i cabarettisti, come Pieraccioni si definisce rispetto al maestro scomparso, l’interprete, nonché regista, di “Se Son Rose”, racconta ai giornalisti che hanno appena visto la sua commedia, che questa sua tredicesima fatica, arriva dopo attente riflessioni sul tempo che passa velocemente.

Se son rose

Se son rose

Il film si sarebbe dovuto intitolare Gli evitanti, in riferimento alle persone che hanno preso coscienza del fatto che, come spiega un famoso libro francese, l’amore non dura più di tre anni. Arrivato ai cinquant’anni, in un monologo, Pieraccioni spiega quanto sia autobiografico il personaggio del giornalista Leonardo e come, in ognuna delle vecchie fiamme del film, ci sia qualcosa delle donne che hanno fatto parte della sua vita. Mettendo, altresì, in evidenza le ragioni per cui ci si lascia: i litigi, i cambiamenti, la noia, la gelosia e il tradimento, confessa di credere sinceramente di avere annoiato le sue fidanzate e di essere stato estremamente superficiale. Di cosa vorrà quindi parlare in futuro Leonardo Pieraccioni? Di relazioni sentimentali effimere?

[amazon_link asins=’B000CCHFM2,8804455403,B007XOCK7M’ template=’ProductCarousel’ store=’bigdrugo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’719cd9d2-f2e4-11e8-8882-4536fc6357c9′]

Di nuovi innamoramenti? Assolutamente no! Affermando di voler indagare sui problemi non sentimentali dei cinquantenni, parlerà di storie di padri e figli riunendo in un solo sentimento, intenso, sicuro, duraturo e immutabile nel tempo, le domande che nel corso degli anni ci si pongono sull’amore.

Potete leggere la recensione del film Se son rose a questo link.

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook, WideMovie.it

Categorie
CinemaNews

Le Ultime Novità: