Aquaman – La recensione in anteprima

Atlantide ha sempre avuto un re. Ora serve qualcosa di più. È giunto il momento che risorga!
Aquaman Trailer italiano

Aquaman, Recensione in anteprima del nuovo film DC Comics che apre il 2019

Atlantide ha sempre avuto un re. Ora serve qualcosa di più. È giunto il momento che risorga!

Aquaman racconta le origini di Arthur Curry (Jason Momoa), un essere metà umano e metà atlantideo, cresciuto sulla terraferma e che non ha mai conosciuto la sua vera storia. Le sue origini si svelano quando, andando ad Atantide, scopre una società sottomarina, misteriosi oceani e creature di diverse razze. Chiamato ad affrontare chi è veramente e a scoprire a quale grande incarico è destinato, la famiglia e il suo significato sono fondamentali per la costruzione del film. Ereditando i suoi poteri dalla madre, la regina Atlanna (Nicole Kidman) e l’umanità dal padre, Thomas Curry (Temuera Morrison), che pur provenendo da contesti diversi, si sono innamorate, è il frutto di quell’amore proibito, che non gli permette di conoscere a quale mondo realmente appartenga, dal momento che non lo sa, in quanto isolato sia dagli atlantidei sia dagli umani.

La madre, dopo un violento attacco alla loro casa che la costringe ad abbandonare sia il piccolo che il padre, gli lascia un’infinità di doni speciali che scopre fin da bambino: respirare sott’acqua, nuotare a velocità incredibili, sopportare grandi profondità oceaniche e comunicare telepaticamente con ogni forma di vita marina.

Il suo viaggio per capire chi è, comincia con una sfida che mette alla prova sia la sua forza, sia il suo coraggio: il recupero del tridente di Atlan, che solo il vero Re di Atlantide può impugnare. Per riuscirci, deve collaborare con Mera (Amber Heard), la principessa del regno oceanico di Xebel, e superare il più grande degli ostacoli: vincere il suo disinteresse verso i problemi sia degli umani sia degli Atlantidei.

Con la direzione della fotografia di Don Burgess, le scenografie di Bill Brzeski, i costumi di Kym Barrett e le musiche di Rupert Gregson-Williams, Aquaman si rifà al personaggio dei fumetti creato da Mort Weisinger e Paul Norris nel 1941. In particolar modo, gli sceneggiatori si sono concentrati su “The New 52”, un’iniziativa editoriale della DC Entertainment che nel 2011 ha rilanciato sul mercato in maniera del tutto rinnovata i celebri personaggi della casa. La pellicola infatti, rilancia il fumetto del re esiliato dalla civiltà perduta di Atlantide, cresciuto dai delfini e solo successivamente adottato da Arthur Curry, guardiano di faro.

Aquaman

Come ogni origin story che si rispetti, “Aquaman” racconta il processo di creazione di un eroe che passa necessariamente dalla gestione dei nuovi poteri alla formazione di un uomo che, da giovane e immaturo, finisce con il diventare responsabile e determinante per la risoluzione dei problemi legati ai due mondi dai quali proviene.

La dinamica fondata sulla carta viene portata egregiamente nel cinema trasformando l’eccitazione del potere, in peso della responsabilità, perdendo si parecchio, ma capendo anche che “supereroi e cattivi sono l’incarnazione delle migliori e peggiori parti di noi stessi”!

Appuntamento con Aquaman al cinema dal primo gennaio 2019

Categorie
Cine-ComicsCinemaRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: