Spider-Man in versione horror, stava per accadere davvero

Stan Lee ha salvato tutti
Spider-Man

Spider-Man ha la fortuna di avere più successi che mancanze sul grande schermo, ma le cose sono quasi andate terribilmente male per l’uomo ragno nel 1985 grazie a Cannon Films.

Dopo aver pagato 22.000 dollari per un’opzione quinquennale sull’Uomo Ragno, lo studio (noto soprattutto per i b movie) ha deciso di portare l’arrampicamuri su una strada simile a quella di The Fly (La Mosca) di David Cronenberg. Il film sarebbe stato diretto da Tobe Hooper (The Texas Chain Saw Massacre) e scritto da Leslie Stevens (Outer Limits), la loro idea per il franchise non era esattamente fedele al materiale di partenza, i fumetti!

Secondo Digital Spy, “invece di essere morso da un ragno radioattivo, Parker è stato deliberatamente bombardato di radiazioni da uno scienziato aziendale – il dottor Zork – che trasforma il fotografo (non studente, o giornalista) in un gigantesco ragno-ibrido a otto braccia, che è così mostruoso da diventare rapidamente suicida”.

Leggi anche:  Captain Marvel arriva in Home Video, tutti i dettagli e le immagini

Aggiungono che “Quest’uomo ragno è incoraggiato a guidare la razza di mutanti dello scienziato, ma rifiuta e combatte invece le creazioni”. Stan Lee era comprensibilmente insoddisfatto dell’idea e li convinse a rinunciarvi. Se questo film di Spider-Man fosse stato fatto, però, è difficile credere che si sarebbe vista la versione di Sam Raimi nei primi anni 2000.

Continuate a seguirci sul nostro profilo Facebook e su Instagram!

Cosa ne pensate voi ragazzi?

Categorie
Cine-ComicsNews

Le Ultime Novità: