Joker con Joaquin Phoenix, ecco la recensione in anteprima

Dal 3 ottobre al cinema

Joaquin Phoenix protagonista indiscusso del film Joker


La pellicola Joker, in una Gotham City al limite del collasso degli anni 80,  racconta la storia di Arthur Fleck.
Il desiderio di Fleck fin da piccolo è sempre stato quello di diventare un comico,  dato lo scarso successo e una situazione lavorativa in totale discesa, è costretto a lavorare come pagliaccio. Emarginato sempre di più dalla società entrerà in un circolo vizioso fatto di psicosi e ossessioni dati dal suo disturbo, un tic nervoso che lo fa ridere nelle situazioni di disagio e che lo rende oltremodo inquitante. Inoltre innescherà una serie di avvenimenti che lo porteranno ad essere una tra le peggiori menti criminali più temute di Gotham City.

 

Pensavo che la mia vita fosse una tragedia, ma ora mi rendo conto che è una commedia

 

 

 

Joker – Origini e tematiche

Il film Joker è stato presentato a Toronto Film Festival e al Festival di Venezia.

Todd Phillips dirige e sceneggia la pellicola utilizzando una trama che si discosta dalla linea narrativa della DC Comics, per creare una storyline completamente originale riguardo uno dei villain più iconici di Gotham City e futura nemesi di Batman.

Il regista sceglie di sviluppare la storia di del film Joker in una Gotham più cupa e cruda, che ricorda molto quella usata per Batman Il cavaliere oscuro. Lo fa utilizzando tematiche attuali come la disoccupazione, la criminalità non controllata per le strade, una politica arrivista che non pensa al bene dei cittadini contro cui si scontrano scioperi e cortei. Lasciando Gotham inerme, sperduta ed indifesa come i suoi abitanti. Si evidenzia inoltre un nuovo lato della figura di Thomas Wayne meno empatica e più crudele.

L’interpretazione di Joaquin Phoenix nei panni di Arthur Fleck/Joker regge la maggior parte del film, coprendo le imperfezioni di una trama a tratti prevedibile e che non convince del tutto. Ed è proprio la caratterizzazione del personaggio e la sua evoluzione a rendere questo Joker una sorta di simbolo di protesta delle masse. Si gioca soprattutto sulla dualità della figura del pagliaccio e sul desiderio del protagonista di riuscire a far ridere quando la sua esistenza è fatta di solitudine e mortificazione. Un personaggio che per difendersi esce dagli schemi ed usa la violenza come unico appiglio di salvezza.

In conclusione

Il film Joker risulta un cinecomic lontano dalla solita visione, controverso e dark. Lavora sulla psicologia del’iconico villain esplorandone le  origini  attraverso un percorso fatto di distruzione e dolore, che si chiuderà con la creazione di quel personaggio che il pubblico conosce. Una pellicola crudelmente poetica che non ha paura di mostrare il lato scomodo della società e che dividerà l’opinione dei fan.

Scriveteci cosa ne pensate del film  e continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook WideMovie.it

Categorie
CinemaNewsRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: