No Time To Die: la recensione del nuovo film su James Bond (No Spoiler)

Dal 30 settembre al cinema

No Time To Die – L’ultimo capitolo di James Bond con protagonista Daniel Craig

Nel 25° film della saga dell’iconica spia 007 intitolato No Time To Die ritroviamo James Bond(Daniel Craig) che ha lasciato il servizio all’MI6 e si è ritirato in Jamaica. Dove conduce una vita appartata.

Improvvisamente il suo amico della CIA Felix Leiter(Jeffrey Right) lo contatta per chiedergli aiuto con un’operazione di estrazione.

Dopo aver incontrato Nomi(Lashana Lynch) il nuovo agente 007 e parlato con M(Ralph Fiennes), Bond accetta di lavorare con Felix.

Il salvataggio dello scienziato Obruchev(David Dencik) sarà più complicato e pericoloso del previsto e condurrà James Bond a scontrarsi con un enigmatico nemico armato di una tecnologia che potrebbe portare alla distruzione del mondo.

No Time To Die – la recensione

L’uscita del film No Time To Die è stata rimandata due volte per la pandemia di Coronavirus dato che la produttrice Barbara Broccoli voleva portare fortemente la distribuzione solo al cinema.

Inizialmente la pellicola doveva essere diretta da Danny Boyle che ha successivamente lasciato il progetto per divergenze artistiche. Quindi è stato sostituito da Cary Fukunaga che oltre al ruolo di regista ricopre anche quello di sceneggiatore assieme a Phoebe Waller-Bridge, Robert Wade e Neal Purvis.

No Time To Die è l’ultimo capitolo della pentalogia con la spia James Bond interpretata da Daniel Craig. Il film ha l’arduo compito di chiudere la storia di questo James Bond e preparare la strada per il futuro della serie.

Rispetto alle precedenti avventure proposte, i film del Bond di Craig, da Casino Royale a Spectre, vedono un’evoluzione delle storie del personaggio sempre più personale, caratterizzando maggiormente la persona James Bond piuttosto che la spia 007.

Infatti nella pellicola No Time To Die la storia proposta da Fukunaga riprende dal finale del capitolo precedente Spectre con il ritorno di alcuni personaggi.  Ad esempio Madeleine Swann interpretata nuovamente da Léa Seydoux e ne introduce di nuovi, come la nuova 007 interpretata da Lashana Lynch.

Inserisce inoltre i vari riferimenti che hanno reso noto il personaggio: dallo smoking, passando alle macchine con l’iconica Aston Martin, al martini agitato e non mescolato. Da citare la divertente scena con il personaggio di Paloma interpretato da Ana De Armas che rappresenta  lo spirito della spia che ci ha accompagnato per anni.

Il film mantiene una narrazione che si sviluppa in maniera abbastanza fluida, tra scene action ed inseguimenti spettacolari più di impatto nella prima parte della pellicola.

Opinion: Why 'James Bond' star doesn't plan to leave much money to his kids when he dies - MarketWatch

No Time To Die – Una scena del film

 

La storia riesce ad essere anche molto intima ed emozionale inserendo anche qualche colpo di scena soprattutto nel finale. A tratti risulta persino oscura e cupa con un Bond pieno di risentimento e voglia di vendicarsi. Affida invece il lato sarcastico, disilluso e  cinico del personaggio alla scrittura di Phoebe Waller-Bridge.

La sceneggiatura però ha dei buchi riguardanti alcuni snodi della trama e a tratti risulta poco coerente. Utilizza espedienti non proprio originalissimi ed alcune soluzioni che fanno rallentare il ritmo dalla seconda parte del film in poi. Fukunaga compensa queste mancanze con alcuni escamotage registici, ma che non sempre risultano ottimali.

Il  villain di turno, intrepretato da Rami Malek, l’enigmatico Lyutsifer Safir è funzionale alla chiusura dell’arco narrativo del film. La sua caratterizzazione  poteva essere gestita meglio.  Potevano rendere il personaggio più profondo, machiavellico e temibile. Invece rimane abbastanza sottotono e con piano un po’ sommario.

In conclusione

No Time To Die porta sullo schermo una storia che chiude in modo egregio, ma non brillantissimo, il ciclo narrativo dedicato al James Bond di Daniel Craig. Spiana la strada per il rilancio ufficiale del franchise. Sicuramento il futuro di questo iconico personaggio sarà pieno di sorprese e la persona che verrà scelta dopo avrà un’eredità sempre più pesante da portare.

Categorie
CinemaRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: