The Last Duel: La recensione del nuovo film di Ridley Scott

Dal 14 ottobre al cinema

The Last Duel –  Uno scontro all’ultimo sangue; una storia di onore, vendetta e la volontà di una donna di ottenere giustizia  nell’ultimo film di Ridley Scott.

Tratto da una vicenda realmente accaduta il film “The Last Duel” segue la storia dell’ultimo duello di Dio  per un ingiusto crimine nella Francia medievale.
Siamo nel 1386 un duello all’ultimo sangue sta per avere inizio, i contendenti sono Jean de Carrouges(Matt Damon) e Jacques Le Gris (Adam Driver).

Quando il cavaliere Jean de Carrouges torna da una campagna militare trova la giovane moglie Marguerite(Jodie Comer) ansiosa ed angosciata. La causa è la violenza sessuale che ha subito da parte dello scudiero Jacques Le Gris, vecchio amico del marito con cui ha conti in sospeso.

Jean de Carrouges accusa pubblicamente Le Gris, che smentisce le accuse, per lo stupro della moglie e porta la questione davanti al Re Carlo VI.  Pretende un equo processo per il danno subito e sfida Le Gris ad un duello di Dio. Uno scontro all’ultimo sangue dove solo Dio giudicherà i peccati dei due contendenti e chi dei due dice la verità. Se de Carrouges vincerà trionferà perché ha detto il vero. Se invece perderà Marguerite sarà bruciata viva con l’accusa di spergiuro.

The Last Duel – Approfondimento e personaggi

Distribuito dalla 20thcentury Studios il film The Last Duel è l’adattamento del romanzo L’ultimo duello di Eric Jager. Segna anche il ritorno del premio Oscar Ridley Scott dietro la macchina da presa.

La regia di Ridley Scott è diretta, pulita e senza fronzoli.  La si ritrova soprattutto in alcune scene funzionali allo svolgimento della storia. Sia nell’arco narrativo dedicato a Le Gris, sia in quello dedicato a Marguerite o durante il duello. Attraverso questioni di cavalleria malcelata, orgoglio, onore e vendetta, il film tratta in maniera molto attuale la tematica dello stupro.
In un periodo dove il ruolo della donna era nullo, dove veniva considerata come un oggetto e mercificata come mero supporto per la procreazione con dote al seguito.

The Last Duel”: trailer e poster del nuovo film di Ridley Scott | RB Casting

The Last Duel – Una scena del film

La sceneggiatura è stata realizzata da Nicole Holofcener e da Matt Damon e Ben Affleck , che tornano a scrivere insieme dopo anni dal film Will Hunting – Genio ribelle.

The Last Duel propone una sceneggiatura solida, fedele all’essenza del romanzo, che mantiene un ritmo costante ed equilibra una narrazione che si sviluppa su più livelli, senza cadere in vari cliché o stereotipi.
Attraverso i punti di vista dei tre protagonisti che raccontano la loro versione dei fatti, vengono raccontate le determinate dinamiche della Francia dell’epoca, tra crudeltà, brutalità e falso perbenismo.

Troviamo una convincente Jodie Comer nel ruolo della forte e combattiva Marguerite, un personaggio scomodo molto coerente nella sua volontà ferrea di ottenere giustizia. Un interessante Matt Damon interpreta invece il marito Jean de Carrouges, un personaggio rancoroso talmente fedele ai suoi ideali da non vedere come le sue azioni lo portino alla rovina.
Userà a suo favore l’aggressione subita dalla moglie per scontrarsi con l’ex amico, Jacques Le Gris, interpretato da un efficace ed ambiguo Adam Driver. Da citare anche un Ben Affleck sopra le righe nel ruolo del conte Pierre.

In conclusione

Ridley Scott dopo quarantaquattro anni dal suo primo film I Duellanti,  torna in grande stile al cinema con The Last Duel. Un film storico, in costume con una struttura poderosa e un budget notevole alla spalle. il film è uno spaccato della Francia medievale senza filtri o edulcorazioni, con al centro una storia che fa discutere gli storici tutt’oggi.

Categorie
CinemaRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: