Top Gun: Maverick; La recensione del film in anteprima

Dal 25 maggio al cinema

Top Gun: Maverick -Il ritorno di Tom Cruise nel sequel di Top Gun

Dopo oltre trent’anni dagli eventi del primo film, ritroviamo Pete “Maverick” Mitchell(Tom Cruise) che collauda aerei per la Marina.

Dopo un collaudo fallito, Maverick viene richiamato alla Top Gun con la missione di addestrare e scegliere i migliori piloti Top Gun. Il gruppo prenderà parte ad una missione segreta il cui obiettivo è distruggere un deposito di arricchimento di uranio su territorio nemico.

Tra i piloti c’è anche Bradley “Rooster” Bradshow(Miles Teller), figlio dell’amico e copilota “Goose”.

 

“Non è l’aereo, ma il pilota”

 

 

 

Top Gun: Maverick – Non solo un’operazione nostalgia

Era una scommessa proporre il sequel di Top Gun, un film che negli anni è diventato un cult generazionale, invece Tom Cruise torna protagonista in questo sequel voluto e prodotto da lui.

La pellicola punta fortemente all’effetto nostalgia proponendo non solo una storia imperniata sul personaggio di Pete Mitchell, ma lavora anche sul livello di struttura proponendo atmosfere e sequenze specchio della pellicola precedente in contesti diversi. Come ad esempio le corse in moto o gli allenamenti sulla spiaggia, non dimenticando la colonna sonora.

Top Gun: Maverick non ha solo elementi nostalgici ma risulta essere un sequel strutturato che riesce ad equilibrare le varie stroryline che girano attorno al personaggio di Tom Cruise, rispettando il capitolo precedente e sviluppando una nuova storia credibile e coerente.
La narrazione approfondisce alcuni aspetti del passato del personaggio protagonista. Soprattutto legati al personaggio di “Rooster”, interpretato da un convincente Myles Teller, che rimane il collegamento primario al film precedente.

Una storia che sottolinea il passaggio generazionale, sia a livello di tecnico sia a livello mentale, di un’America che ammette di aver in qualche modo sbagliato; concetto che viene comunque associato ad alcuni cliché a stelle e strisce tipici del genere.

La pellicola Top Gun: Maverick mantiene un buon ritmo per tutta la sua durata. Tra adrenalina e azione, soprattutto nella seconda parte dove le scene in volo aumentano durante la missione. Inoltre non mancano il lato comico e quello romantico, anche se questa volta la love story risulta meno funzionale e più di contorno, con il personaggio femminile intrepretato da Jennifer Connelly che interpreta una ex fiamma del protagonista.

In conclusione

Con il film Top Gun: Maverick, Tom Cruise vince la scommessa proponendo un sequel che riesce ad essere convincente ed equilibrato, con quell’effetto nostalgia che intrattiene i nostalgici, ma anche le nuove generazioni.

Categorie
CinemaRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: