Backstage: Dietro le quinte; La recensione del film

Dal 13 ottobre su Prime Video
Locandina Backstage

Backstage: Dietro le quinte –  Il sogno della fama

In Backstage: Dietro le quinte seguiamo 111 ragazzi si presentano ad un’audizione per poter partecipare ad un importante spettacolo al teatro Sistina di Roma con un noto regista. A sfidarsi nella parte finale della selezione saranno in nove, ma solo quattro verranno scelti. Inizia così una settimana di audizioni con tre prove da affrontare quali canto, ballo e recitazione.
I nove hanno un vissuto diverso l’uno dall’altro e opinioni divergenti, ma hanno un obiettivo in comune: rimanere su quel palco.

Backstage: Dietro le quinte – Un Chorus Line in versione italiana

Il 13 ottobre verrà distribuito sulla piattaforma Prime Video il film Backstage: Dietro le quinte.

Cosimo Alemà torna a proporre un film musicale dopo Zeta – Una storia hip-hop del 2016. Una tematica a lui non nuova visti i suoi trascorsi da regista di video musicali.

Con Backstage: Dietro le quinte il regista propone una storia non nuovissima che fa riferimento a varie produzioni di genere come Chorus Line e Fame. Soprattutto Chorus Line, da dove prende spunto per la caratterizzazione di alcuni personaggi e ripropone certe situazioni.

 Un film che ha avuto una distribuzione burrascosa, con vari impedimenti e ritardi che  lo hanno fatto arrivare solo sulla piattaforma streaming di Prime.

Forse una fortuna, dato che il genere musicale è poco apprezzato dal pubblico nella grande sala.

La trama molto semplice, si sviluppa in una narrazione abbastanza fluida che alterna la sfida dell’audizione con la vita dei personaggi. Tra sogni, disperazione, illusione ed incertezze vediamo uno spaccato della vita dei personaggi. Un film corale dove vengono proposte varie tematiche attuali come il confronto genitori figli, varie problematiche famigliari o il disagio di non essere al proprio posto nella vita.

Nella caratterizzazione dei personaggi e nel loro background ritroviamo molti elementi inclusivi che creano variegati contesti, da cui poi si sviluppano le sottotrame legate ad ogni protagonista. Alcuni sono più stereotipati  di altri, ma sempre funzionali nello sviluppo della storia a loro dedicata. Anche la scelta degli attori risulta omogenea, con volti più o meno noti del panorama italiano.

Interessante anche la colonna sonora che alterna canzoni originali con cover di brani noti.

In conclusione

Con Backstage: Dietro le quinte Cosimo Alemà porta sullo schermo un drama musical che intrattiene e risulta godibile sotto molti aspetti, improntato per un target giovane e per gli appassionati.

Categorie
NewsPrime VideoWideNews

Le Ultime Novità: