Riunione di famiglia: Non sposate le mie figlie! 3; La recensione del film in anteprima

Dal primo dicembre al cinema

Riunione di famiglia: Non sposate le mie figlie! 3 – Il ritorno della famiglia Verneuil.

Claude e Marie(Christian Clavier e Chantal Lauby) si sono arresi alla scelta dei vari consorti, di religioni ed etnie differenti, che le quattro figlie hanno deciso di sposare.

Claude è alle prese con il suo nuovo romanzo e ha notato che non riesce a dedicargli molto tempo perché è sempre impegnato con la moglie ad essere presente ai vari inviti ed eventi delle figlie e dei generi. I due vorrebbero più tempo per loro, soprattutto ora che sono vicini a festeggiare i quarant’anni di matrimonio.

Quello che non sanno è che le figlie hanno deciso di fare una festa invitando anche i genitori dei rispettivi mariti. Infatti si ritroveranno la casa piena di persone che non vanno d’accordo tra loro.

Riunione di famiglia: Non sposate le mie figlie! 3 – La recensione

Il film Riunione di famiglia: non sposate le mie figlie!3 è il nuovo capitolo che racconta le vicissitudini della famiglia Verneuil.

La pellicola è stata scritta e diretta da Philippe de Chauveron che torna anche per questo terzo capitolo.

Il regista propone una commedia con la struttura narrativa dei due film precedenti, rimanendo lineare anche a livello registico senza avere grandi guizzi creativi.
La sceneggiatura non è brillantissima ed abbastanza prevedibile, infatti alcune idee che potevano essere molto interessanti su carta nella realizzazione si sono perse e non riescono ad essere incisive o funzionali alla narrazione.

La serie punta sulla multiculturalità ed inclusività, usando l’espediente narrativo della famiglia sempre più allargata. Si cerca di utilizzare l’elemento di diffidenza e di intolleranza tra le differenti religioni e culture sfiorando a volte il limite del razzismo. Si alternano scene più o meno funzionali che di rado riescono a strappare qualche risata, ma che il più delle volte non riescono ad essere efficaci risultando abbastanza ridondanti nei concetti.
La pellicola si riprende nel finale che riesce a trasmettere quel senso di inclusività che non solo il film, ma tutta la trilogia dovrebbe trasmettere.

Il film rispetto ai precedenti risulta essere più corale, grazie soprattutto ad un buon cast capitanato da Christian Clavier che convince nel ruolo del brontolone ma dal cuore tenero Claude.

In conclusione

Riunione di famiglia: Non sposate le mie figlie! 3 porta sullo schermo un capitolo più debole rispetto agli altri, ma che comunque intrattiene e diverte soprattutto per cast e per il finale. La pellicola risulta un’ occasiona mancata nelle commedie di genere. Ci si chiede se arriverà un nuovo capitolo e quanto possa essere interessante.

Categorie
CinemaRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: