The King’s Man – Le Origini, recensione e valutazione dell’edizione Blu-ray

disponibile nei migliori negozi

The Walt Disney Studios Home Entertainment ha messo sul mercato le edizioni Home Video di The King’s Man – Le Origini ovvero del film prequel della saga di Kingsman diretta da Matthew Vaughn. Queste consistono nell’edizione DVD, quella Blu-ray e quella in 4K UHD, che contiene anche il Blu-ray. I contenuti extra sono gli stessi sia per l’edizione Blu-ray che per quella in 4K.

Il film può anche essere visto indipendentemente dalle pellicole uscite al cinema nel 2014 (Kingsman – Secret Service) e nel 2017 (Kingsman – Il cerchio d’oro) poiché riporta lo spettatore all’inizio di tutto. Ma, al di là della qualità del film – che io reputo superiore ai primi due lungometraggi – entriamo nel dettaglio dell’edizione Blu-ray, che si presenta in una classica confezione amaray – l’edizione 4K è invece contenuta dentro una elegante steelbook.

La serigrafia del disco è semplicemente celeste come quella di altri prodotti Disney (come Eternals per esempio) e il menù ha le stesse caratteristiche di navigazione, molto intuitive e semplici.

Il video è nitidissimo. La colorazione è magnifica e rispecchia – per quanto mi ricordi – le scene viste al cinema. Il film ha diverse scene tutte molto diverse l’una dalle altre e questa è una situazione “esaltante” per gli occhi. Il Blu-ray che ho testato su due Televisori full HD restituisce anche un ottimo nero nelle scene notturne, rendendo più nitide di altre le figure da distinguere. Insomma il lavoro tecnico del Blu-ray di The King’s Man – Le Origini mi ha soddisfatto.

Qui sotto potete vedere un confronto tra l’edizione home video blu-ray e la versione che ho messo in play su Disney+, ovviamente sullo stesso monitor. La differenza è evidente:

L’audio ha un italiano 7.1 con Dolby Digital Plus ovvero un Dolby avanzato studiato per l’home theater.

Gli EXTRA

La nota dolente di questa edizione è che il film non ha il commento del regista. Per me è una componente molto importante per entrare addentro alla realizzazione del film. In compenso ci sono diversi corposi video separati per tematica.
All’interno della sezione chiamata The King’s Man: il grande gioco ha inizio ci sono 6 video che parlano delle parti tecniche e artistiche del film come trucco e parrucco, costumi, casting, lavoro degli stunt e altro. Il documentario Terra di nessuno: Analisi scena del duello all’arma bianca parla per quasi 16 minuti soltanto della scena in notturna che si svolge in trincea. Questa è una delle 3 scene più belle di tutto il film e sono contento che ha avuto un approfondimento. Lo avrebbero meritato anche la scena finale ossia la battaglia tra il grande misterioso villain e Oxford e la meravigliosa scena del balletto di Rasputin. Quest’ultima ha qualche accenno, così come la bellissima location costruita dalla produzione. Infine, La memoria e la ricerca di uno scopo è una riflessione su cosa si fa davvero per aiutare a tornare alla vita i reduci di guerra. Si tratta di un contenuto importante a livello sociale ma che è marginale rispetto al film.

Categorie
Home VideoNews

Le Ultime Novità: