The Adam Project: La recensione del film con Ryan Reynolds.

Dall'undici marzo su Netflix

The Adam Project – In viaggio nello spazio tempo insieme a Ryan Reynolds

Il pilota di caccia Adam Reed (Ryan Reynolds) torna nel passato per riuscire a salvare il suo futuro da una minaccia e cercare una persona scomparsa per lui importante.

Incontrerà il suo sé stesso da bambino e il defunto padre con cui farà squadra, gli permetterà di risolvere alcuni errori passati e cambiare la sua linea temporale e il suo futuro.

The Adam Project – Il film sci-fi diretto da Shawn Levy

Il film The Adam Project diretto da Shawn Levy è una pellicola di genere action sci-fi distribuita sulla piattaforma Netflix. La collaborazione tra il regista e Ryan Reynolds continua dopo Free Guy anche a livello di produzione.

La pellicola in un contesto fantasy propone una storia intima e familiare. Utilizza il viaggio nel tempo come espediente narrativo per dare una possibilità al protagonista di vedere sotto nuova luce alcuni momenti del suo passato. Attraverso questo il personaggio di Adam riesce ad intraprendere un percorso personale di crescita e di confronto con un sé stesso che aveva quasi dimenticato.

Il film The Adam Project mantiene un buon ritmo,  lavora su due storyline connesse tra loro e abbastanza bilanciate nello sviluppo narrativo, che non propongono niente di nuovo, ma che non scadono nei cliché che il genere potrebbe offrire. Tra l’altro anche a livello registico Levy non presenta niente di innovativo, rimanendo abbastanza lineare e senza uscire da alcuno schema.

Non manca il lato action con scene di combattimento ed inseguimento con varie citazioni a film precedenti. Viene inclusa anche la parte comica non sempre funzionale, prevalentemente legata al personaggio del protagonista; infatti Ryan Reynolds ha trovato un determinato genere di personaggi da interpretare e ne rimane legato senza uscire da una sua confort zone. Funziona e risulta interessante l’accoppiata con la sua giovane controparte interpretata da Walter Scobell con cui si nota un certo affiatamento. Da citare anche Jennifer Gardner e Mark Ruffalo nel ruolo dei genitori del protagonista, che si ritrovano a lavorare nuovamente insieme dopo il film 30 anni in 1 secondo.

Conclusione

Con The Adam Project il regista Shawn Levy porta sullo schermo un action movie con risvolti sci- fi che intrattiene e in parte diverte.  Il film affronta in modo differente i viaggi nel tempo con una storia più personale che catastrofica puntando sulle emozioni, ma  che nel complesso risulta abbastanza prevedibile,  non trovando quel quid in più per spiccare nel film di genere.

Categorie
CinemaNetflixRecensioniWideNews

Le Ultime Novità: